Openpolis, cosa si intende per occupati, disoccupati e inattivi?

di Redazione | 20 Aprile 2022 @ 11:12 | ATTUALITA'
Inattivi
Print Friendly and PDF

Queste definizioni sono fondamentali per comprendere gli indici di occupazione nazionali e sovranazionali, soprattutto per quanto riguarda gli inattivi. 

  • Occupato è chi svolge un lavoro. In particolare, sono occupate le persone dai 15 anni in su che hanno lavorato almeno un’ora durante la settimana di riferimento o erano assenti solo temporaneamente dal luogo di lavoro.
  • Sono invece disoccupate le persone tra i 15 e i 64 anni che hanno cercato lavoro nelle quattro settimane precedenti a quella di riferimento e sarebbero disponibili a lavorare entro le due successive. Occupati e disoccupati compongono la forza lavoro, cioè la popolazione economicamente attiva.
  • Al di fuori della forza lavoro, gli inattivi: coloro che non hanno cercato lavoro nelle quattro settimane che precedono la settimana di riferimento, o non sono disponibili a lavorare entro le due settimane successive, o entrambe le condizioni.

67,6% è la percentuale di occupati sul totale della popolazione nell’Unione europea (2020).

Dopo la grande recessione e la crisi del debito sovrano del 2010, l’Italia e l’Europa hanno visto una lenta ripresa dei valori degli occupati, fino a ritornare dopo 10 anni ai livelli pre-2008. La pandemia da Covid-19 ha rappresentato una nuova battuta d’arresto per l’intera economia mondiale. Non solo per il calo degli occupati, ma perché ha radicalmente trasformato il mondo del lavoro. Dall’introduzione dello smartworking, con la conseguente limitazione dei contatti sociali sul lavoro, al calo delle ore lavorative.

In Italia la percentuale degli occupati rimane sempre inferiore rispetto alla media Ue

Percentuale di occupati tra la popolazione tra 15 e 64 anni in Italia e in Unione europea (2008-2020)

Inattivi

 


Print Friendly and PDF

TAGS