Rsu, al Comune dell’Aquila equilibrio tra le sigle. Gli eletti

di Alessio Ludovici | 14 Aprile 2022 @ 06:22 | ATTUALITA'
commissione
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Ecco i risultati ufficiali delle elezioni Rsu del Comune dell’Aquila. Intanto l’affluenza, superiore al 70%: 375 i votanti che si sono recati nell’unico seggio di Villa Gioia sui 476 aventi diritto. Primo sindacato è il Csa Regioni – Autonomie locali con 92 presenze. Massimo l’equilibrio però. Uil e Cgil seguono infatti con 91 e 90 preferenze, la Cisl 72 e l’Ugl si ferma a 14. 

Gli eletti per la Csa sono Fiorini, Antonetti e De Blasis, per la Cgil Russo, Masciovecchio e Fulgenzi, per la Uil Stefanucci, Isaya e Ciuffetelli. Due rappresentati per la Cisl, Tatananni e Bolino e 1 per l’Ugl, Di Stefano. 

Nel 2018 i votanti furono 427 su 518 aventi diritto e primo sindacato fu l’Ugl con ben 200 preferenze, la Cgil seguiva con 134, la Uil con 52 e il Diccap 28. Da segnalare la riduzione degli aventi diritto, ben 42 in meno, testimonianza della sofferenza della pianta organica dell’Ente. 

“Un risultato – il commenta della Uil sulle elezioni – che unitamente a quello conseguito in Consiglio regionale, in Provincia e alla Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia, dove sono stati eletti rispettivamente Ermanno Natalini, Anna Giancarli e Roberto Fiore come rappresentanti nelle Rsu degli Enti, conferma il trend positivo della Uil Fpl che dalle ultime elezioni aumenta sia i voti in valore assoluto che le Rsu sia negli enti maggiori che nei Comuni più piccoli. Grazie al lavoro della squadra che ha costantemente lavorato a fianco dei lavoratori sono numerose le rappresentanze maturate nei Comuni di prossimità del comprensorio aquilano da Rocca di Mezzo, che si riconferma, a Tornimparte, Lucoli, Capestrano e Scoppito, solo per citare le realtà più grandi. Il successo raggiunto è merito di un capillare lavoro di squadra tra il segretario provinciale Antonio Ginnetti, il responsabile territoriale enti locali Daniele Mingroni e i tanti candidati che hanno raccolto il frutto dell’impegno profuso negli anni a tutela dei lavoratori. “Questo risultato straordinario – afferma Daniele Mingroni – è il punto di arrivo di un lavoro durato anni e della squadra di candidati che ha messo a disposizione dei lavoratori la propria competenza e serietà. Siamo sempre stati orgogliosi di portare avanti un’idea di sindacato che si incentrasse sulla rivendicazione dei diritti e la lotta ai privilegi e ai soprusi. Gli anni che abbiamo davanti, grazie anche alla rinnovata fiducia accordataci, saranno cruciali per l’evoluzione della p.a. e, quindi, del territorio, sia in funzione dei fondi del Pnrr che di un rinnovato slancio dato dal Ccnl in via di sottoscrizione a livello nazinoale. Saremo pronti a raccogliere queste nuove sfide e a servire i lavoratori con rinnovate energie”.  


Print Friendly and PDF

TAGS