MotoGP, GP Americhe: trionfo per Enea Bastianini e la Ducati

di Redazione | 11 Aprile 2022 @ 09:18 | SPORT
moto gp Bastianini
Print Friendly and PDF

C’è un nuovo sceriffo in città. Verrebbe da titolare così pensando a quello che, sull’asfalto a stelle e strisce del CoTA di Austin, è riuscito a fare Enea Bastianini. Il #23 domina tra le pieghe del Circuit of The Americas, bissa il successo ottenuto nel round di apertura del Qatar e riagguanta la vetta della classifica piloti che gli era sfuggita dopo il weekend incolore dell’Argentina.

Il #23 dell’italianissimo team Gresini – che sfrutta l’altrettanto italianissima Ducati GP21 – ha chiuso in prima posizione il Gran Premio delle Americhe, precedendo sul traguardo la Suzuki di un ottimo Alex Rins e la Ducati ufficiale di Jack Miller, 3° dopo avere a lungo guidato la corsa. Ai piedi del podio si è piazzato Joan Mir, mentre Francesco Bagnaia (dal quale sarebbe stato lecito attendersi qualcosa di più) non è andato oltre la 5^ posizione chiudendo davanti a Marc Marquez. Il #93, 6° in quello che da sempre è stato un suo inattaccabile feudo, è stato protagonista di una clamorosa rimonta: finito addirittura in ultima posizione al via a causa di una serie di malfunzionamenti della sua RC213V, il fenomeno di Cervera ha inanellato una straordinaria serie di sorpassi conquistando non solo punti importanti ma anche – e forse soprattutto – di nuovo fiducia nei propri mezzi.

7° chiude Fabio Quartararo, stoico nel voler combattere contro tutto e tutti nonostante gli evidenti limiti prestazionali della sua Yamaha M1, mentre non va oltre l’8° posto il polena Jorge Martin, naufragato troppo presto assieme al compagno di squadra Johann Zarco (9°). A completare la top ten provvede Maverick Vinales, questa volta in grado di mettere le proprie gomme davanti a quelle del teammate Aleix Espargaro, mentre la KTM di Brad Binder taglia il traguardo davanti alle Honda di Pol Espargaro e Takaaki Nakagami e alla M1 di Andrea Dovizioso, 15° e dunque capace di incamerare almeno un punticino iridato.

Un Franco Morbidelli sempre più alla ricerca di se stesso soffre e chiude 16°, mentre Luca Marini in sella alla sua Ducati GP22 non riesce a incidere come vorrebbe e termina davanti a Miguel Oliveira e allo stuolo di rookie: dalla 19^ alla 22^ posizione c’è infatti spazio solamente per gli esordienti, con Raul Fernandez e Remy Gardner a precedere Fabio Di Giannantonio e Darryn Binder.

Sono due, infine, i piloti ritirati. Una caduta ha infatti messo fuori gioco Alex Marquez, mentre Marco Bezzecchi è stato costretto al ritiro per via di un problema tecnico occorso al #72 dopo una scivolata.

Ora il Motomondiale, così come la Formula 1, avrà a disposizione un fine settimana di pausa per ricaricare le proprie batterie. Le ostilità sportive riprenderanno nel weekend del 24 aprile, quando la MotoGP tornerà a far visita agli insidiosi – ma bellissimi – saliscendi di Portimao.


Print Friendly and PDF

TAGS