Zona rossa Abruzzo, il virologo Fazii: “vedremo gli effetti in tre settimane”

di Redazione | 19 Novembre 2020 @ 18:14 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

“Vedremo gli effetti della ‘zona rossa’ tra tre settimane a partire dall’entrata in vigore delle nuove restrizioni, cioè ieri. A mio avviso dopo l’8 dicembre avremo un’idea più chiara, con un trend che dovrebbe essere in miglioramento”. Lo dice all’ANSA il virologo Paolo Fazii, direttore del laboratorio della Asl di Pescara e componente del Gruppo tecnico scientifico regionale (Gts). “Le restrizioni precedenti previste dalla zona arancione – aggiunge – avevano già portato ad un rallentamento: si è evitato il raddoppio dei casi. Ora l’obiettivo è portare l’Rt al di sotto di uno”. L’indice, nell’ultimo monitoraggio, era a 1,34 e in quello precedente a 1,51. 

“Non si deve creare panico ma neppure sottovalutare il coronavirus perché non è una semplice influenza”. Così, invece, il primario del pronto soccorso dell’ospedale dell’Aquila, Luigi Valenti, sulla emergenza che vive da settimane la struttura aquilana, come le altre della provincia, una delle più esposte della regione a causa della impennata di contagi nel territorio aquilano, dove il sistema sanitario è messo a dura prova. “Il virus deve essere considerato come un contagio virale ma mettendo in atto tutte le condizioni di prevenzione che conosciamo come l’utilizzo delle mascherine, il lavaggio delle mani e il distanziamento sociale – continua il medico che è anche direttore facente funzioni del Dipartimento di emergenza e urgenza della Asl dell’Aquila -. A mio avviso, bisogna potenziare e far funzionare al meglio il territorio oltre al fatto che si deve cercare di recuperare personale da utilizzare per aprire nuovi posti letto – conclude.


Print Friendly and PDF

TAGS