Autismo, Vladic: all’Aquila un sogno può diventare realtà

di Matilde Albani | 30 Aprile 2022 @ 06:03 | RACCONTANDO
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La storia di Vladic Cioccotosto,  25 anni arrivato in Italia nel 2008, da un orfanotrofio ucraino, insieme al fratello, è qualcosa di sorprendente. Dopo un’adozione non andata bene, e il ricovero nel reparto psichiatrico dell’Ospedale di Lanciano, grazie all’associazione Autismo Abruzzo è riuscito a realizzare il suo sogno. Ha dimostrato tutto il suo talento, e ad accoglierlo nel suo corso di fotografia  l’Accademia di Belle Arti  dove dal 23 marzo ha iniziato le lezioni.

Vladic e suo fratello vivevano in un contesto di estremo degrado. In sostanza, abbandonati dai genitori e lasciati con la nonna. Poi collocati in due istituti,  l’ultimo a Mariupol, dove dice “abbiamo vissuto ogni tipo di violenza”. A 12 anni, poi l’adozione. La nuova vita di questo ragazzo la sta  “costruendo”   Dario Verzulli, presidente di Autismo Abruzzo. ” Ha lanciato lui un appello e lo abbiamo portato all’Aquila, ora però c’è bisogno di altro aiuto “.

LE INTERVISTE 

 


Print Friendly and PDF

TAGS