Vivarelli (Fesica-Confsal): “Consegneremo 1200 firme al Prefetto per salvare il Distretto sanitario Tornimparte”

di Redazione | 05 Agosto 2021 @ 16:41 | ATTUALITA'
Dussmann Marcello Vivarelli
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Sono circa 1.200 le firme raccolte per salvare e potenziare il Distretto sanitario di base di Rocca Santo Stefano, frazione di Tornimparte (L’Aquila), che, tra gli altri problemi, ha quello, mai risolto, della totale insufficienza della rete internet che porta spesso alla chiusura dello sportello Cup.

Le firme sono state raccolte nell’ambito dell’iniziativa lanciata nei giorni scorsi da Marcello Vivarelli, segretario provinciale del settore Terziario del sindacato Fesica-Confsal della provincia dell’Aquila, iniziativa “sposata” dal sindaco di Tornimparte, Giacomo Carnicelli, che ha dato la possibilità alla cittadinanza di firmare sia nel Municipio, sia in diversi punti del territorio, dai bar alle farmacie, coinvolgendo la popolazione locale e non solo su una battaglia che riguarda una struttura sanitaria, quella della Asl 1 di Avezzano-Sulmona-L’Aquila, con un’utenza di oltre 10 mila persone.

“La grande risposta alla nostra iniziativa – le parole di Marcello Vivarelli, che ha lanciato la raccolta firme in occasione del presidio di fronte al Distretto sanitario lo scorso 22 luglio – è la prova del fatto che la sanità territoriale sta a cuore a chi vive la difficile realtà delle aree interne, quelle con sempre meno servizi. Ora, però, non bisogna fermarsi. Il prossimo passo è la consegna delle firme al Prefetto dell’Aquila. E a stretto giro di posta ci sarà un’altra, importante iniziativa”.

“Va ringraziato enormemente il sindaco Carnicelli – prosegue Vivarelli – per aver immediatamente appoggiato la nostra iniziativa ed averla ‘ampliata’, permettendo così alla cittadinanza di partecipare concretamente ad una battaglia per difendere una struttura fondamentale per questo territorio”.

“Non è possibile continuare, soprattutto dopo i disastri legati alla gestione dell’emergenza Covid-19, a smantellare la sanità territoriale, che va invece potenziata e migliorata. Questo Distretto sanitario può e deve diventare il simbolo di una rinascita di cui una certa politica si riempie la bocca senza fare nulla di più”, conclude Vivarelli.


Print Friendly and PDF

TAGS