Vittime della strada: giornata di sensibilizzazione a scuola e in città

Intervista a Erina Panepucci, vicepresidente dell’associazione. All'Aquila la celebrazione per martedì 22 pon iniziative all'auditorium del Gssi

di Michela Santoro | 19 Novembre 2022 @ 06:00 | EVENTI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Ricorre domani, la ‘Giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada’. Dal 1° gennaio al 30 giugno scorso, secondo i dati Aci Istat, la media nazionale è di 8 morti e 48 feriti gravi al giorno, per un totale di 81.437 incidenti, 1.450 morti e 108.996 feriti. Sono numeri inaccettabili. Eppure la mortalità stradale in Italia è in significativo aumento.

Le stime Aci-Istat relative ai primi sei mesi del 2022, infatti, evidenziano, rispetto allo stesso periodo del 2021, un incremento del +24,7% di incidenti con lesioni; del +15,3% di vittime; del +25,7% di feriti.

All’Aquila, la celebrazione in ricordo delle vittime della strada è stata posticipata a martedì’ 22 novembre; un’intera giornata di sensibilizzazione aperta alle scuole e a tutta la città che vedrà la partecipazione di protagonisti di grande spessore, tra cui l’ex questore dell’Aquila, Vittorio Rizzi, oggi vice capo della Polizia di Stato.

“La perdita di un figlio – dice Erina Panepucci, vicepresidente dell’associazione Vittime della Strada – è quanto di più devastante e doloroso un genitore possa provare. Quando 17 anni mio figlio è stato ucciso sulla strada – prosegue – noi ci siamo trovati in una situazione di totale abbandono; non abbiamo avuto affianco le istituzioni, non abbiamo avuto sostegno psicologico. Ne siamo venuti fuori con le nostre mani. Per fortuna, oggi, dopo il lavoro di tanti che si sono battuti perché su tutto il territorio nazionale ci fosse un apparato che desse sostegno, anche psicologico, alle famiglie che si trovano a dover affrontare qualcosa di non comprensibile, oggi è attivo su tutto il territorio nazionale uno sportello gestito dalla Polizia di Stato con due progetti, il progetto Chirone e il progetto Icaro.

Grazie a questa attività, le famiglie vittime di un omicidio stradale possono ricevere quel sostegno psicologico necessario ad affrontare l’elaborazione del lutto”.

 

 

Vittime della strada

Vittime della strada


Print Friendly and PDF

TAGS