“Vite, storie di vino e di donne”, online nuova piattaforma per viticultrici

Valentina Di Camillo: "I miei vini raccontano della forza della Maiella e la leggerezza del mare"

di Cristina D'Armi | 16 Febbraio 2021, @07:02 | UTILI
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Vite, storie di vino e di donne”, online la nuova piattaforma per le viticultrici. Nasce da un’idea di Agnes Antal e Vera Prada​ per raccontare l’amore delle donne per il vino. La nuova piattaforma raccoglie le storie delle produttrici vitivinicole italiane e  promuove i loro prodotti  attraverso cofanetti degustazione. L’obiettivo è quello di dare possibilità di entrare in contatto con le storie delle artigiane dell’uva, conoscendo prodotti unici nel loro genere, “fatti con amore, competenza e vocazione”.

Due amiche, oggi anche socie,  accomunate dalla passione per il vino.

“Per noi il vino rappresenta la storia di chi lo produce e il territorio da cui proviene”. 

 Vite nasce dall’impegno per l’empowerment femminile.

“Crediamo in noi donne, nei nostri progetti, nei nostri sogni. Crediamo che intrecciare connessioni le une con le altre sia il modo migliore per raggiungerli”.

Vite è il luogo di incontro non solo delle donne che producono vino, ma anche di coloro che lo amano. Tra le viticultrici che si raccontano nella nuova piattaforma, c’è anche un’abruzzese laureata in enologia. .

Valentina Di Camillo con il suo Rosso dei Fauri, Montepulciano d’Abruzzo DOC.

“I miei vini raccontano della forza della Maiella e la leggerezza del mare. Da mio padre Domenico ho raccolto la passione di fare il vino”.

Valentina, giovane abruzzese artigiana dell’uva, racconta della sua passione ereditata dal padre Domenico. Oggi, insieme al fratello Luigi, si prende cura dell’azienda di famiglia. Inizialmente veniva coltivata l’uva, ora si produce anche vino per la cantina Fauri.

“I trenta ettari di vigneti, che coltiviamo nella cornice geografica tra l’Adriatico e la Maiella, sono dislocati in sei comuni; sabbia, argilla, limo, in differenti concentrazioni e impasti, regalano vini sinceri ed eleganti. Da anni conduciamo tutte le vigne, in parte a tendone, in parte a filare, secondo i principi dell’agricoltura biologica. L’insieme di tutti questi elementi rende i nostri vini briosi e freschi. Vini efficaci, ma non privi di ambizione. Come me”.

Su Vite le artigiane propongono dei cofanetti degustazione che contengono un vino, la storia della sua produttrice e una degustazione guidata accompagnata dalla sua voce.


Print Friendly and PDF

TAGS