Viabilità: oltre 72 milioni di euro di investimenti nel piano triennale delle opere pubbliche 2020/22 della Provincia dell’Aquila

di Redazione | 16 Aprile 2020 @ 12:49 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, ha approvato il decreto per l’adozione del programma triennale delle opere pubbliche 2020-2022 e del programma biennale degli acquisti e forniture e servizi per gli anni 2020-2021.

“Nonostante le difficoltà che attraversano le Province, a seguito della riforma Delrio del 2014, si è riusciti coniugare le necessità e urgenze provenienti dai territori con le disponibilità economiche di cui dispone – si legge in una nota dell’ente -, riuscendo a prevedere investimenti per gli anni 2020-2022 pari a 60 milioni 112 mila 397,14 euro e 12 milioni 99 mila 137,51 euro per il programma biennale degli acquisti di forniture di beni e servizi per gli anni 2020-2021 per un totale di 72 milioni 211 mila 534,65 euro”.

Tra questi figurano importanti opere nel settore della viabilità, da iniziare nel corso del corrente anno, come le spese di progettazione per i lavori di adeguamento e ampliamento del tratto San Benedetto dei Marsi/incrocio Cintarella che prevedono opere per 3 milioni di euro, l’adeguamento funzionale della strada provinciale 33 di Coppito e i lavori urgenti di consolidamento e messa in sicurezza delle scarpate in frana lungo la strada statale 82 “della Valle del Liri” nel Comune di San Vincenzo Valle Roveto.

Ora il piano dovrà essere convalidato nel prossimo consiglio provinciale che prevederà, tra l’altro, l’approvazione del Dup (Documento Unico di Programmazione), assise che si svolgerà telematicamente entro la fine del mese di Aprile.

Soddisfatto il presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, per aver decretato “un provvedimento che restituirà al sistema viario provinciale sicurezza in termini di percorribilità, opere ritenute strategiche in un momento così delicato, dovuto alla diffusione del virus Covid-19, per contribuire fattivamente al rilancio economico e sociale delle aree interne”.


Print Friendly and PDF

TAGS