Verdeaqua sepolto dalle erbacce. Affidamento ancora tutto fermo

di Matilde Albani | 01 Luglio 2020, @07:07 | ATTUALITA'
Complesso Verdeacqua,
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il futuro dell’impianto sportivo di Verdeaqua, completamente sepolto dalle erbacce, dovrebbe essere segnato dalla pubblicazione della gara europea che prevede una gestione ventennale dell’intero centro sportivo ( campo di calcetto, pista di pattinaggio e bar) ad un canone concessorio di 18 mila euro. Finora,però, non si è mossa una paglia e la gara continua a ritardare.

“Il Covid, ha praticamente bloccato l’iter”, racconta a Laquilablog l’assessore allo sport del Comune dell’Aquila Vittorio Fabrizi, “a questo si è unita qualche osservazione dell’ufficio gare , ma adesso siamo in via di  pubblicazione”.  

In sostanza, per la chiusura della pratica “gara“, ci vorranno altri mesi, senza considerare gli  eventuali ricorsi. Insomma, per la fine dell’anno, la struttura rimarrà ancora chiusa e ricoperta dalla vegetazione. I nuovi gestori dovranno accollarsi la riqualificazione del complesso sportivo, oltre 600 mila euro, e pagare al Comune 100 mila di risarcimento per il debito estinto dall’amministrazione con il Credito Sportivo, ovvero quella fideiussione che l’ente sottoscrisse per i vecchi gestori Verdeaqua Smile, a garanzia del mutuo.

Voci di palazzo, dicono, che a queste condizioni se arrivano tre offerte è grasso che cola. Proprio questa cosa potrebbe andare a vantaggio dei tempi di riapertura che in questo momento sono determinanti. Prima della chiusura (più di due anni fa),l’impianto era utilizzato da centinaia persone, inoltre in attesa ci sono anche i 18 ex dipendenti. 


Print Friendly and PDF

TAGS