Vanessa Incontrada su Vanity Fair scuote il web

di Virginia D'Amico | 01 Ottobre 2020 @ 14:25 | VINTAGE ITALIAN FASHION
Print Friendly and PDF

La bella attrice spagnola ha deciso di farsi fotografare nuda sulla cover di Vanity Fair il 30 settembre contro gli haters e i leoni da tastiera.

Da sempre giudicata per le sue forme, diventa simbolo di una battaglia culturale che ci riguarda tutti. Come lei stessa scrive sul suo profilo Instagram: “Dobbiamo cercare la bellezza dove pensiamo finisca, perchè è li che comincia il futuro più bello.”

Vanessa Incontrada non si è mai fatta problemi sul suo corpo formoso ma tonico, anzi da sempre ha sdoganato la bellezza del suo corpo e di tutte le donne che apparivano come lei. Chiude la bocca ai bulli e si erge a paladina del body positive, per lanciare un messaggio a tutte le donne e a tutti gli uomini per affrontare, capire e celebrare la vera bellezza.

Nell’intervista racconta l’attrice: “questa copertina è il momento più bello degli ultimi anni. E’ il punto d’arrivo che vede il mio corpo diventare un messaggio per tutte le donne (e per tutti gli uomini).

“Nel 2008 , prosegue la Incontrada nell’intervista ,ho avuto mio figlio Isal. La maternità, come per altro succede a tutte le donne, trasforma il tuo corpo. E il mio si trasformò molto. Partirono le critiche.Critiche feroci. Critiche crudeli. Si dice sempre, che i peggiori attacchi arrivino da chi conosci. Io non la penso così: le parole che mi ferirono di più arrivarono da chi non conoscevo. Ero delusa, ferita e disorientata: ma perché essere così cattivi?”. “A volte prendi peso, altre lo perdi. Un mese sei a dieta e vuoi perdere quei tre chili, un altro ti senti a posto con te stessa. Siamo donne, il nostro corpo funziona così. Nessuno ti può né ti deve giudicare. Ho finalmente capito che la battaglia del corpo non riguardava più me ma tutte le donne. E che se potevo mettere a disposizione di altre la mia esperienza, be’ era arrivato il momento di farlo”.

Sul tema, infine, intervengono Barbara Alberti, la scrittrice Teresa Ciabatti, Maria Luisa Frisa, critico e fashion curator, Sara Gama, capitana Juventus Women e Nazionale calcio femminile, e 12 modelle scelte per un servizio di moda che celebra la bellezza non convenzionale e fuori dagli schemi.E poi c’è Elisa D’Ospina, la modella curvy che ha fatto dell’abbondanza un vero e proprio vanto nazionale, che risponde sul suo profilo Facebook a chi apostrofa la Incontrada come “una cicciona indegna di apparire in televisione”.Mi dispiace che la maggior parte delle volte questi articoli siano firmati da donne. Vanessa Incontrada spesso e volentieri ci ha riso, ma anche pianto per queste cose, non ha negato di aver subito mobbing sul lavoro per qualche chilo in più. Quindi sottolineare una fisicità che tra l’altro è del tutto normale, dicendo che una è cicciona, grassa, piena di cellulite, ma che vuol dire? Non c’è l’obbligo nel mondo dello spettacolo di rientrare in una taglia 40″.

Amiamo il nostro corpo, amiamoci come persone, e siamo orgogliose di quello che siamo. Siamo tutte speciali così come siamo. La moda che fa sfilare donne curvy non deve farlo solo perchè politicamente corretto, ma deve essere normale non eccezionale. 

Re Giorgio Armani dice” non sempre ciò che detta la moda va bene per te, non omologarti”.


Print Friendly and PDF

TAGS