Usi civici, al Comune dell’Aquila oltre 300mila euro da Terna: da reinvestire in opere pubbliche

di Alessio Ludovici | 24 Giugno 2021 @ 06:04 | AMBIENTE
Terna Abruzzo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Sembra risolta la vicenda dei terreni in località Voi Spidilli, interessati dal passaggio di due elettrodotti di Terna Spa, quello “S. Giacomo-Villavalle” e quello “S. Giacomo-Popoli”. Nel 2005 TERNA S.p.A. aveva chiesto il mutamento di destinazione d’uso e concessione di questi terreni, ricadenti all’interno del Demanio Civico del comune di L’Aquila Capoluogo.
C’è comunque una causa demaniale tuttora pendente dinanzi al Commissario per il Riordino degli Usi Civici Regione Abruzzo, che dovrà pronunciarsi sulla dichiarazione della natura demaniale civica dell’area interessata dal passaggio delle linee elettriche.
A ripercorre la vicenda è una determina del Comune con cui si prende atto del versamento, nel 2021, da parte di Terna, di 322mila euro nelle casse comunali relativi al periodo 1996-2014.
La richiesta di Terna del 2005 veniva l’anno successiva accolta favorevolmente dalla Giunta Comunale, che autorizzava quindi al mutamento di destinazione e concessione a favore della richiedente. Contestualmente però veniva determinata in euro 165.191,79, la somma dovuta relativamente a dieci anni di occupazione precedente ed abusiva relativi al periodo 1996-2005.
Nel 2008 la Regione Abruzzo autorizzava la concessione delle suddette terre civiche a favore di TERNA S.p.A. con determinazione dirigenziale e nel 2011 Terna versava i primi 30mila a titolo di acconto. 

Proventi da uso civico che, come da previsione normative, dovranno essere destinate alla realizzazione di opere o servizi pubblici, alla manutenzione e gestione delle opere pubbliche, alla redazione di strumenti di pianificazione territoriale ed all’incremento e sviluppo socio-economico del Demanio Civico.


Print Friendly and PDF

TAGS