Urbanistica, la Provincia dell’Aquila apre l’iter del nuovo Piano territoriale

di Redazione | 14 Aprile 2022 @ 16:24 | ATTUALITA'
provincia l'aquila
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La Provincia lancia la sfida per il nuovo Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, partendo da una conferenza organizzata il prossimo 21 Aprile, presso la Sala Auditorium di Palazzo Silone, nella sede della Regione Abruzzo, con l’ausilio della diretta streaming, che consentirà  ai 108 Sindaci della Provincia di seguire i lavori.    

L’evento vedrà la partecipazione degli Assessori Liris e Imprudente per i saluti istituzionali, a seguito dei quali inizieranno gli interventi secondo il programma, che prevede l’introduzione del Presidente Angelo Caruso, per poi passare la parola ai relatori, a partire  dal Prof. Piero Properzi, Redattore del “Documento Preliminare”, il Prof. Roberto Mascarucci, Presidente dell’INU per l’Abruzzo e il Molise, il Prof. Fabrizio Politi, Esperto in Diritto Costituzionale ed il Dirigente del Settore Urbanistica, Ing. Nicolino D’Amico. Come anticipato, scopo della conferenza programmatica Provinciale sarà illustrare il nuovo “Piano Territoriale di Coordinamento della Provincia dell’Aquila”.

L’obiettivo dell’Amministrazione è quello di elaborare un nuovo e moderno atto di programmazione territoriale,  che definisca le linee strategiche e di assetto del territorio, capace di pianificare un adeguato livello di sviluppo dell’intera Provincia. Il punto di partenza sarà la definizione di un quadro infrastrutturale che tenga conto delle ataviche esigenze delle Comunità, ed allo stesso tempo individui le strategie per un nuovo assetto socio-economico funzionale alle nuove esigenze che il sistema richiede. Le finalità del PTCP saranno anche quelle di definire un rinnovato assetto idrogeologico ed idraulico-forestale, che miri alla salvaguardia e valorizzazione delle risorse paesaggistiche e ambientali.

“Per raggiungere tali obiettivi – precisa il Presidente Angelo Caruso – si è ritenuto quantomai opportuno avviare una fase concertativa con i principali interlocutori, onde acquisire le informazioni e le legittime aspirazioni delle rispettive Comunità”.   

Il presidente Angelo Caruso dichiara,  inoltre, che “il nuovo mandato sarà caratterizzato da una nuova fase partecipativa con gli enti locali e con il governo regionale, convinto che solo in tal modo si potrà avere una programmazione del territorio all’altezza dei tempi”.


Print Friendly and PDF

TAGS