Universitari, bebè, affitti, bollette. Tutti i bonus al via in questi giorni

di Alessio Ludovici | 26 Gennaio 2021 @ 07:00 | UTILI
Tutti i bonus al via in questi giorni
Print Friendly and PDF

Il Bonus per universitari, domande dal 27 gennaio

Si tratta di un buono Inps da 2.000 euro. Un assegno, introdotto dal Governo, che potrà essere richiesto tramite presentazione della domanda all’INPS. L’ente previdenziale, in una circolare, specifica che gli studenti universitari potranno presentare domanda per ottenere un bonus economico per sostenere il loro percorso di studi. 

A differenza delle borse di studio Adsu il bonus è indipendente dal reddito e ha altri requisiti. Lo studente deve essere regolarmente iscritto nell’anno accademico 2018/2019 all’università e sarà possibile inoltrare la domanda dalle 12 del 27 gennaio 2021 fino alle 12 del 1° marzo 2021. ll bando è riservato ai figli di: iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali; pensionati utenti della Gestione Dipendenti Pubblici; iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale; iscritti al Fondo ex IPOST. Possono partecipare sia gli iscritti a un corso di laurea triennale che magistrale, e anche chi è iscritto a corsi post-laurem ma l’incentivo sarà di 1000 euro. 
Il reddito come detto non è motivo di esclusione ma concorre alla formazione della graduatoria con questi punteggi: 

  • ISEE inferiore agli 8.000 euro ha un valore di 14 punti
  •  da 8.000,01 a 16.000,00 euro ha valore di 11 punti
  • 16.000,01 a 24.000,00 euro ha valore di 9 punti
  •  24.000,01 – 32.000,00 euro ha valore di 6 punti
  •  32.000,01 – 40.000,00 euro ha valore 4 punti
  • superiore 40.000,00 euro ha valore 2 punti

Bonus mamma domani 2021: cos’è e a chi spetta

Per aiutare le famiglie nel sostenimento delle spese che precedono la nascita di un figlio, già da alcuni anni è stato introdotto il premio pari ad 800 euro di importo, ecco i requisiti necessari per poter fare domanda di bonus mamma domani nel 2021 all’Agenzia delle Entrate.

  • compimento del settimo mese di gravidanza;
  • parto, anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza;
  • adozione nazionale o internazionale del minore, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge 4 maggio 1983, n. 184;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, c. 6, l. 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34, l. 184/1983.

La domanda può essere fatta anche dalle donne in gravidanza o neo mamme straniere residenti in Italia sia comunitarie che extracomunitarie.  La domanda va compilata al compimento del 7 mese di gravidanza o almeno entro un anno dalla nascita del bambini. 

Il bonus affitti

Si tratta di un contributo a fondo perduto per le locazioni abitative. Gli immobili devono essere solo a uso abitativo e costituire abitazione principale del locatario il cui canone sia oggetto di rinegoziazione. Il bonus affitto 2021 dovrebbe permettere di risparmiare fino a 1.200 euro all’anno per il locatore che riduca il canone all’inquilino. L’agevolazione, in sostanza, prevede un contributo a favore del proprietario dell’immobile che vuole ridurre il canone di locazione. Tramite credito d’imposta viene riconosciuto fino al 50% della riduzione entro il limite annuo di 1.200 euro per locatore. Il proprietario intenzionato a usufruire della misura deve comunicare telematicamente all’Agenzia delle Entrate la rinegoziazione del canone di locazione

Bonus per il disagio economico o bonus bollette

Attivo dal 1° gennaio consente ai titolari di utenze domestiche di avere uno sconto per le spese di luce, gas e acqua. L’Isee non deve essere superiore agli 8.265 euro. Per ottenere il bonus è sufficiente presentare la dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) per ottenere l’attestazione Isee. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS