Univaq: “Nuova specie di tartufo nero individuata in provincia di L’Aquila”

di Redazione | 08 Gennaio 2022 @ 09:39 | AMBIENTE
Il professore Giovanni Pacioni
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Il laboratorio di Micologia dell’Università degli Studi dell’Aquila, Univaq, ha individuato una nuova specie di tartufo nero di dimensioni cospicue e ottime caratteristiche organolettiche.

Lo comunica il professore Giovanni Pacioni, noto micologo.

“Nell’ambito dei tartufi neri – dice il professore Pacioni – veniva raccolto e venduto come ‘uncinato’, categoria merceologica che indica i tartufi estivi a maturazione autunnale. La nuova specie, alla quale è stato assegnato il nome di Tuber suave, è emersa con sicurezza dopo gli studi generici delle popolazioni di alcune specie europee di tartufi neri effettuate una decina di anni fa, ma ha richiesto anni di indagini sugli antichi campioni depositati nei principali erbari come riferimento per le specie riconosciute da normative italiane e internazionali”.

Pacioni aggiunge: “Il tuber suave finora è stato studiato su esemplari raccolti nella vallata dell’Aterno, da L’Aquila a Secinaro. Per il momento si trataa di una specie nota soltanto in Abruzzo. E’ un’occasione unica per la denominazione commerciale e la richiesta dei marchi di tutela giudirica come Dop o Doc”.

 


Print Friendly and PDF

TAGS