Univaq, ai Mercoledì della cultura si parla di fusione nucleare

di Redazione | 09 Novembre 2021 @ 18:31 | EVENTI
Adriano Perrotti premio di laurea
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Mercoledì 10 Novembre alle ore 18.15 presso la Libreria Colacchi Corso Vittorio Emanuele II, 5 L’Aquila, si terrà il prossimo appuntamento dei Mercoledì della Cultura dal titolo Le prospettive dell’energia da fusione nucleare, relatore Francesco Romanelli* docente di Fisica dell’Energia Nucleare dell’Università di Roma “Tor Vergata”.

La fusione termonucleare presenta indubbi vantaggi per poter giocare un ruolo importante tra le fonti di energia: non produce gas serra, il combustibile è praticamente inesauribile e diffuso su tutto il pianeta, è un processo intrinsecamente sicuro e il problema delle scorie è sensibilmente ridotto rispetto alla fissione. Nel seminario verrà fatta una rassegna dello stato delle ricerche sulla fusione nucleare e sull’attività di ricerca e sviluppo che ha condotto alla definizione del progetto ITER. ITER si propone di dimostrare la fattibilità scientifica della fusione a livelli di potenza dell’ordine dei 500MW con un guadagno di energia Q (Q=rapporto tra energia prodotta ed energia immessa nel plasma) pari a 10. Verrà infine discusso quale tipo di sviluppo debba essere intrapreso per arrivare in tempi brevi alla costruzione di un reattore a fusione dimostrativo (DEMO).

L’evento potrà essere seguito in diretta streaming collegandosi a www.univaq.it/live


Print Friendly and PDF

TAGS