Un parco fotovoltaico galleggiante, progetto Enel per il lago di Campotosto

di Alessio Ludovici | 01 Giugno 2021 @ 06:00 | AMBIENTE
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Un parco fotovoltaico galleggiante sul lago di Campotosto. E’ il progetto di Enel, la cui procedura di Via, valutazione di impatto ambientale, è stata pubblicata giusto ieri sul sito della Regione Abruzzo. 

Quella dei parchi fotovoltaici galleggianti è una recente novità, e il primo impianto in Italia è stato inaugurato in Veneto pochissimi mesi fa. Si sfruttano gli invasi artificiali, cioè i bacini d’acqua creati dalle dighe. 

L’impianto proposto da Enel per Campotosto prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici su strutture galleggianti da posizionare nei pressi della diga di Sella Pedicate nel Comune di Campotosto. Le piattaforme, si apprende, sono tipicamente fatte di cubi in materiale plastico cavo e su queste vengono fissate le strutture metalliche di sostegno dei 10200 pannelli previsti. I pannelli, da 400 Wp ciascuno, dovrebbero produrre una potenza di 4080 kWp e la superficie occupata sul pelo libero dell’acqua sarà di 3,34 ettari, diciamo all’incirca tre campi da calcio.
Il trasporto dell’energia prodotta sarà effettuato con un cavidotto tra il parco FTV e la riva del lago in prossimità della quale sarà posizionata la cabina di trasformazione, e dalla stessa partirà quindi un altro cavidotto sino alla cabina di consegna presso la guardiania di Sella Pedicate nel Comune dell’Aquila.
La sostenibilità del progetto oltre che nella produzione di energia pulita sarebbe da rintracciare nel non dover occupare suolo come i classici parchi fotovoltaici. Nella richiesta, inoltre, Enel fa riferimento, tra i vari benefici, ad una “riduzione della evaporazione” delle acque.
Diversi gli enti coinvolti nei pareri, comuni, Parco, Regione, Vigili del Fuoco, ministeri. Del resto siamo proprio in zona Parco e nella Riserva Naturale Statale Lago di Campotosto, istituita dal DM 15/03/1984 e gestita dal Reparto Carabinieri Biodiversità L’Aquila. 

Con la pubblicazione di ieri, nella pagina delle procedure di Via in corso sul sito della regione, e agli albi pretori dei Comuni di L’Aquila e Campotosto, si entra in una specifica fase della procedura di Via. La data della pubblicazione dell’avviso al pubblico nel Portale delle Valutazioni Ambientali rappresenta infatti l’avvio ufficiale del procedimento ai fini della decorrenza dei termini di tutte le successive fasi e per l’adozione del provvedimento di VIA. Entro 60 giorni chiunque abbia interesse potrà presentare le proprie osservazioni, e contestualmente saranno acquisiti i pareri di tutte le amministrazioni interessate. 

 


Print Friendly and PDF

TAGS