Un Natale sul campo per La Rugby che si prepara per la ripresa di gennaio

di Michela Santoro | 21 Dicembre 2023 @ 05:00 | SPORT
LA Rugby
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – LA Rugby L’Aquila chiude l’anno in bellezza con una vittoria larga contro l’Amatori Catania, in casa, e un primo posto in classifica a +5 punti dai numero 2, i Lions Lazio.

Una partita che, però, non sembra essere troppo piaciuta a coach Lo Greco. “Abbiamo fatto sicuramente delle cose buone – ha dichiarato – ma siamo stati troppo altalenanti e abbiamo alternato cose veramente positive agli errori, troppi, che non ci dobbiamo permettere. Dobbiamo essere più costanti e precisi per tutti gli 80 minuti della partita e non farci cogliere da così tante distrazioni. Arriviamo alla sosta delle vacanze natalizie, comunque, primi in classifica e la cosa non era assolutamente scontata. Sappiamo – conclude Lo Greco – che abbiamo tanto ancora da lavorare e quindi continueremo anche durante la sosta per arrivare pronti alla ripresa di gennaio”.

“Il coach deve essere critico – ribatte il presidente Scopano – perché è il suo lavoro e deve pretendere sempre il massimo per tutta la partita e per tutta la prestazione. Ma per quanto riguarda noi che guardiamo dall’esterno, diciamo che è vero che ci vuole ancora tempo ma, finora, ci siamo gestiti bene e tra l’altro si vede. È una squadra che cresce costantemente e questo è il più bel regalo di Natale che si potesse fare”.

“Tutte le domeniche – incalza il pilone Davide Sebastiani – partiamo i primi 20 minuti con testa e fisico all’unisono e molta presenza all’interno del campo per poi riavere un calo sia mentale che fisico dovuto forse, delle volte, a una questione di troppa superficialità. Nonostante finora le partita si siano concluse dalla nostra parte, la superficialità è un errore che secondo me non deve essere mai mai fatto e domenica scorsa è stato un un fattore che a me, personalmente, ha dato molto fastidio, già dal primo minuto. È vero che i ragazzi si divertono, che tutti ci divertiamo, soprattutto quando il punteggio è a nostro favore, però non bisogna mai poi sottovalutare l’avversario, bisogna sempre rimanere umili all’interno del campo per tutti gli 80 minuti. Contro il Catania ho percepito, in alcuni tratti, molto individualismo, molto voler fare e strafare che è bello, per carità, parliamo di ragazzi di 19- 20 anni che però devono capire che bisogna sempre e comunque giocare per la squadra.

In ogni caso, al netto di queste sottolineature, il risultato è stato ovviamente dalla parte nostra e, quindi, è stata sicuramente una bella domenica per noi, per lo staff e anche per per l’ambiente”.

“Domenica scorsa – commenta il direttore sportivo Alessandro Cialone – abbiamo avuto l’ennesima prova di quelli che sono i nostri punti di forza: sicuramente per essere veramente performanti dobbiamo aggiustare alcune situazioni ma il turnover che vediamo ogni domenica consente di fare esperimenti e di esplorare tante situazioni nuove. Ancora non abbiamo solidità di movimenti ma piano piano arriverà. Avere la possibilità, quest’anno, di di far ruotare tanti ragazzi in tanti ruoli chiave, alla fine del campionato sicuramente farà la differenza”.

Di nuovo Sebastiani


Print Friendly and PDF

TAGS