Uil Pa Vvf: Marsilio può decidere come spendere risorse ma non è stato elegante con i Vigili del Fuoco

di Redazione | 04 Agosto 2021 @ 14:55 | ATTUALITA'
vvf
Print Friendly and PDF

PESCARA – Riceviamo e pubblichiamo dalla Uil Pa VVF (vigili del Fuoco) D’Arcangelo, segretario generale.

La UIL PA VVF Abruzzo sin dalla stipula della convenzione AIB 2021 è stata critica nei confronti della Regione Abruzzo per aver ridotto il budget del 30/% rispetto all’anno 2020.

La Regione Abruzzo che detiene il portafoglio per tale convenzione, ha deciso unilateralmente di ridurre la spesa senza dare nessuna spiegazione .

Un Presidente di Regione che entra nel dettaglio sull’organizzazione del C.N.VVF. facendo emergere inopportunamente le problematiche organizzative e contrattuali dei Vigili del Fuoco in questa grave emergenza significa che non ha rispetto né per le istituzioni dello Stato né per il popolo.

PESCARA – La UIL PA VVF Abruzzo a titolo esclusivamente di chiarimenti ha inoltrato, prevedendo possibili strumentalizzazioni dell’articolo, a tutti i propri associati la seguente comunicazione:

Carissimi Amici,
la UIL intende PUNTUALIZZARE qualora Ve ne fosse bisogno che l’articolo non è assolutamente rivolto contro il Governo Nazionale né contro la Regione Abruzzo.

Gli errori di inadempienze nei riguardi del Personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco li fanno tutti.

La UIL PA VVF Abruzzo come del resto la UIL Nazionale Confederale a differenza di altri non fa politica a favore di Tizio o contro Caio.

Ne è la dimostrazione che il Segretario Generale della UIL Pierpaolo Bombardieri ogni giorno su tutti i social contesta/ propone al Governo e alla Politica come sarebbe meglio organizzare e gestire un paese democratico e complesso come l’Italia.

La UIL mette al primo posto la dignità del Lavoratore, del Pensionato e del Disoccupato.

Visto quanto accaduto nei giorni 1 e 2 agosto u.s.va detto senza nessuna polemica o sciacallaggio che la regione Abruzzo ha sbagliato a ridurre i Fondi del 30% per la campagna AIB 2021.

Il Popolo non sempre è a conoscenza di ciò che decide il Governo, la Regione o il Comune, né può sapere che il C.N.VV.F. opera con carenza di uomini e mezzi, meno che meno sa della decurtazione di circa 200.000,00 euro per la lotta agli incendi boschivi.

La UIL PA VVF Abruzzo ha l’obbligo di tutelare i Vigili del Fuoco e lo fa con il confronto che non c’è stato o richiamando, come in questo caso, l’attenzione della Regione Abruzzo, si auspica che per la prossima convenzione AIB 2022 ci possa essere un confronto con le parti sociali.

Il comunicato della Regione Abruzzo ha sconcertato la scrivente ma soprattutto numerosissimi Lavoratori, lo stesso ha sortito solo l’effetto di voler evidenziare e criticare nei minimi particolari/dettagli l’organizzazione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco per tentare di giustificare la riduzione degli oneri della convenzione.

La UIL PA VVF Abruzzo respinge categoricamente la parola usata dalla regione ” polemizzare” trattandosi di un termine facile da usare per sminuire le responsabilità o qualche fallimento decisionale.

La UIL PA VVF non si è mai fatta portavoce né si è lamentata con la Regione Abruzzo per richiedere incrementi stipendiali, acquisti di automezzi ecc, ecc, ha semplicemente ricordato alla stessa che le previsioni meteorologiche del caldo torrido di agosto erano note a tutti quindi il lungo e articolato comunicato è stato un modo per umiliare i Vigili del Fuoco.

Il Presidente della Regione se davvero fosse a conoscenza dell’organizzazione e dei problemi del Corpo Nazionale allora ha sbagliato almeno tre volte:

sventolare con velata irritazione ai quattro venti le carenze di uomini, di automezzi e bassi stipendi del Vigili del Fuoco non lo ha discolpato dalle sue responsabilità;
invitare i/il sindacati/o a rivolgersi al datore di lavoro ( Ministero dell’Interno) per risolvere le problematiche dei Vigili del Fuoco è un altro modo stravagante per giustificare alcune spese discutibili e comunque per bypassare errori, responsabilità e attacchi di opposizione politiche;

Non risulta veritiera che gli incendi del giorno 1 e 2 agosto u.s. sono stati quasi tutti di interfaccia, perciò va puntualizzato che la stragrande maggioranza degli incendi sono stati invece di pinete, sottobosco, bosco e boscaglie.

La Solidarietà e Vicinanza ai Vigili del Fuoco rimangono solo parole di circostanza politica.

Il Presidente della Regione ovviamente ha la piena facoltà di amministrare e decidere come spendere le proprie risorse, una cosa sicuramente va detto che non è stato elegante nei riguardi dei Vigili del Fuoco nè del datore di lavoro – Ministero dell’Interno- Dipartimento dei Vigili del Fuoco

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS