Trombosi occhio e vaccino? Genitti: “fenomeno più evidente”

di Matilde Albani | 18 Maggio 2022 @ 06:00 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Ha fatto Astrazeneca più di un anno fa. Due mesi dopo, mi sono svegliato con un improvviso calo della vista dall’occhio sinistro. Praticamente non ci vedevo quasi quasi più. Ho consultato il mio medico e poi visita oculistica con diagnosi di trombosi venosa – racconta a Laquila Blog Carlo 65 anni  informatore medico aquilano. La cosa che mi ha lasciato perplesso è che l’oculista mi ha detto che casi come il mio ne ha visti tanti negli ultimi mesi. Ho fatto l’iniezione intravitreale,  ma la vista non è più come prima” .

La trombosi dell’occhio in sostanza, si verifica quando un trombo occlude in maniera parziale o totale un vaso della retina impedendo al sangue di fluire correttamente. Il mancato apporto di sangue alla retina può causare notevoli danni alla vista. 

Secondo il dottor Germano Genitti primario del Reparto di Microchirurgia Oculare D.O dell’Ospedale San Salvatore , “a livello scientifico non si evidenzia una correlazione stretta con il vaccino,  ma non si può escludere perchè il fenomeno è stato più evidente soprattutto in persone sane “

L’INTERVISTA 


Print Friendly and PDF

TAGS