Tre abruzzesi Sabbatini, Di Primio e l’aquilano Puca agli europei Under 23 di atletica leggera

La competizione è prevista da domani a Tallin (Estonia)

di Redazione | 07 Luglio 2021 @ 10:14 | SPORT
Leonardo Puca
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Un tocco di Abruzzo nella Nazionale di atletica leggera che parteciperà ai campionati europei Under 23, in programma da domani (8 luglio) all’11 luglio a Tallin, in Estonia.

Il trio è composto da Gaia Sabbatini (Fiamme Azzurre – Atletica Gran Sasso), convocata anche alle Olimpiadi di Tokyo, Manuel Di Primio (Atletica Gran Sasso) sugli 800 e l’aquilano Leonardo Puca (Cus Pro Patria Milano) sui 400 ostacoli.

L’aquilano Leonardo Puca, classe 2000, si allena a Milano dove studia design della comunicazione al Politecnico, ed è campione italiano in carica under 23. Ha già disputato i campionati europei under 20 nel 2019, dove si è classificato quarto. Vanta un primato personale di 50”52, stabilito in occasione della vittoria del titolo a Grosseto il 13giugno scorso. E’ tesserato da due anni con il Cus Pro Patria Milano, allenato da Aldo Maggi. Ma è cresciuto nell’Atletica L’Aquila, seguito in precedenza da Corrado Fischione.

La mezzofondista teramana Sabbatini proverà a vincere la gara dei 1500 metri. Sarà una delle punte della spedizione italiana, che conterà 82 atleti (43 uomini e 39 donne). La Sabbatini vanta un primato stagionale, e personale, di 4’04”23, che la pone come una delle favorite per la zona podio. Inoltre, è stata protagonista di una prestazione eccelsa sugli 800 metri, 2’00”75, conseguita ai campionati italiani assoluti, dove si è piazzata seconda. Un biglietto da visita notevole per i prossimi impegni sui 1500, per i quali ha dimostrato di possedere capacità di chiusura finale alle alte velocità, prerogativa fondamentale per essere competitivi ad alti livelli internazionali. Si allena a Roma da tre anni, nel centro sportivo delle Fiamme Gialle di Castel Porziano, seguita da Andrea Ceccarelli. E’ cresciuta nell’Atletica Gran Sasso Teramo, allenata per sei anni da Marcello Vicerè. Inoltre a Chorzow (Polonia) la Sabbatini è stata fantastica, assolutamente fantastica: in occasione della Coppa Europa conquista il primo posto sui 1.500 metri con il tempo di 4’14″87, sorprendendo avversarie più quotate con una grande prova di carattere.

Nel mezzofondo sarà anche presente il sorprendente teatino Manuel Di Primio (Atletica Gran Sasso), classe 2000, che ha scalato le gerarchie nazionali in modo clamoroso in questa stagione. Per lui sarà l’esordio assoluto in una rappresentativa nazionale giovanile. Ai campionati italiani assoluti di Rovereto, sabato scorso, ha compiuto il capolavoro tecnico che gli ha consentito di staccare all’ultimo appuntamento il biglietto pe Tallin, correndo in 1’47”96. Un progresso quasi incredibile sul doppio giro di pista, che l’ha portato a migliorarsi di un secondo e 7 decimi in una sola volta. E pensare che in questa stagione partiva con un primato personale di 1’50”86. Un salto di qualità imperioso, che dimostra tutto il talento del ragazzo che si allena allo stadio Angelini di Chieti, seguito sin dagli esordi in atletica da Nicola Piro.

Gaia Sabbatini

Leonardo Puca


Print Friendly and PDF

TAGS