Tratta Roma-Pescara, vertice a Roma: 6,5miliardi in ballo, “opera simbolica”

di Redazione | 07 Ottobre 2020 @ 13:56 | ATTUALITA'
roma rfi mit demicheli, marsilio, zingaretti,
Print Friendly and PDF

ROMA – “Si tratta di un’opera simbolica per questo ministero e rappresenta lo spirito e la visione con la quale abbiamo costruito il piano #Italiaveloce. Ai 6 miliardi e 500 milioni aggiungeremo altri 250 milioni che serviranno a rendere questa linea ferroviaria utilizzabile anche per le merci” – così la ministra alle Infrastrutture e ai Trasporti, Paola De Micheli, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione dell’esito del gruppo di lavoro congiunto attivato tra Mit, Rfi, Regione Lazio e Regione Abruzzo per individuare gli interventi di tipo infrastrutturale, tecnologico, operativo ed organizzativo necessari per il miglioramento del collegamento ferroviario tra Roma e Pescara e, in particolare, per il potenziamento della frequenza dei servizi tra Pescara, Chieti e Sulmona e per la velocizzazione dei servizi nella tratta Roma – Avezzano. Il progetto sostanzialmente prevede oltre alla velocizzazione del tratto tra Roma e Avezzano, a 50 minuti, il miglioramento del collegamenti tra Pescara e  Sulmona, e tra Sulmona e L’Aquila.
“Il piano temporale di attuazione di questo intervento infrastrutturale prevede dai 7 ai 12 anni di lavoro, ma per superare alcuni ritardi e ostacoli – ha annunciato la ministra – introdurremo quest’opera nell’elenco delle opere da commissariare che verrà definito, di qui a breve, con un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri”. 
“Stiamo lavorando su molte nuove opere per concretizzare la nostra idea di Paese, un Paese che vuole superare le distanze perché determinano maggiori costi e minori opportunità, un Paese che interviene sulle diseguaglianze delle aree interne dove vivono circa 25 milioni di italiani. Un Paese nel quale – ha puntualizzato, concludendo –  quando la politica decide, le Istituzioni agiscono”.
Alta Velocità Roma – Pescara, Catena – Marinelli (PD Abruzzo): “Si afferma una visione”

“L’Alta Velocità ferroviaria Roma – Pescara si avvia a diventare realtà: è una notizia splendida per la nostra regione, si tratta di un’opera che ne potrà cambiare il volto dal punto di visto economico, della qualità della vita, dell’attrattività turistica, solo per citare alcuni aspetti”: lo dichiarano Daniele Marinelli e Andrea Catena, per conto del Partito Democratico abruzzese, commentando gli esiti del gruppo di lavoro sulla linea ferroviaria Roma – Pescara. 
Per gli esponenti del Pd Abruzzo costituisce “un’ulteriore positiva novità la circostanza che quest’opera oltre a fare parte della lista di quelle che godranno di un iter più rapido di realizzazione, sarà utilizzabile anche per il trasporto merci. Si conferma nei fatti e nei progetti la visione di trasversalità, la valorizzazione del corridoio che da Civitavecchia arriva ai porti abruzzesi, a sua volta integrato con le opportunità che derivano dall’istituzione della Zes. L’Abruzzo ha grandi potenzialità da sviluppare nella fase di rilancio post – Covid, e non possiamo che riconoscere il lavoro e ringraziare il governo, a cominciare naturalmente dalla Ministra Paola De Micheli, anche per avere saputo cogliere la validità di idee e proposte portate avanti dalle forze sociali ed anche dal Pd Abruzzo che ne ha fatto sin dallo scorso anno uno dei pilastri programmatici. Oggi, nella prospettiva del post – Covid, quelle idee sono ancora più valide”.


Print Friendly and PDF

TAGS