Trasporto studenti, Smargiassi: “Ristori grazie al M5S”. La replica di D’Annuntiis

di Redazione | 16 Febbraio 2021, @05:02 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Botta e risposta tra PIetro Smargiassi, consigliere regionale cinquestelle e Umberto D’Annuntiis, sottosegretario alla Presidenza della Regione Abruzzo. Al centro della polemica i rimborsi per il trasporto pubblico degli studenti del 2020 e 2021. 
“La vittoria – si legge in una nota di Smargiassi – arriva grazie ad una Risoluzione del M5S, che ha ottenuto l’impegno della Giunta regionale a intervenire sui vertici delle società di trasporto pubblico affinché provvedano ad estendere la durata degli abbonamenti mensili non goduti a febbraio 2021 e ad autorizzare l’emissione di voucher, in favore dei possessori di abbonamenti annuali riferiti all’anno 2020, di valore pari al costo dell’abbonamento mensile per i mesi di marzo, aprile, maggio 2020, in cui i servizi di trasporto pubblico convenzionato non sono stati erogati essendo stata disposta la didattica a distanza.”

“Ringrazio il collega Smargiassi – ha replicato D’Annuntiis – per l’attenzione mostrata verso un problema che la Giunta Regionale non ha mai trascurato e, anzi, ha avuto sempre in grande considerazione. 
I colleghi di maggioranza hanno sottoscritto in commissione la risoluzione presentata in quanto in linea con l’operato della Giunta Regionale che ha già previsto, oltre alle proroghe e ai voucher, anche  i rimborsi per alcune categorie di utenti. Rimborsi che il governo non aveva preso in considerazione , prevedendo solamente il ristoro.
In questo modo si viene incontro alle esigenze delle famiglie che hanno acquistato abbonamenti utilizzati solo parzialmente.
Questa giunta regionale ha sempre avuto nella massima attenzione il problema del trasporto pubblico e in particolar modo di quello studentesco mettendo a disposizione risorse aggiuntive rispetto a quelle, per ora insufficienti, destinate dallo Stato.
Sono state incrementate le corse scolastiche cercando di dare una risposta anche al settore del trasporto a noleggio prevedendo, per primi in Italia, l’utilizzo dei bus turistici nelle corse aggiuntive al fine di sostenere le aziende che nel periodo di emergenza hanno di fatto sospeso la loro attività,  con notevoli ripercussioni sulle aziende stesse e sui lavoratori del comparto”. 

Print Friendly and PDF

TAGS