Trasporto pubblico: Berardi (Ama) col ritorno degli studenti sarà caos. Mancano indicazioni

di Matilde Albani | 20 Maggio 2020 @ 06:35 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – “Abbiamo ripreso il 70% delle corse degli autobus. A pieno regime trasportavano più di 16mila persone al giorno, scese a poco più di mille durante il lockdown – racconta a Laquilablog, il presidente dell’Azienda della Mobilità Aquilana (Ama), Giammarco Berardi.

La preoccupazione grande adesso è la ripresa di scuole e università. “Oggi utilizziamo in media su ogni mezzo 9 posti – dice -; cosa accadrà quando gli studenti, a turno come sembra, torneranno a lezione?  Non abbiamo indicazioni e neanche ipotesi. In questo modo i protocolli di sicurezza non bastano. Per viaggiare sui nostri mezzi la mascherina è  obbligatoria e laddove questa non venga indossata l’autista è autorizzato a fermare il mezzo. I posti sono tutti contrassegnati e la sanificazione dei mezzi avviene tutti i giorni”.

“Cambierà la mobilità – dice Berardi -, e scenderanno i ricavi degli abbonamenti”.


Print Friendly and PDF

TAGS