Trasporti, Marsilio: “Abruzzo cerniera strategica tra Nord-Sud ed Est-Ovest”

di Redazione | 17 Dicembre 2021 @ 15:08 | POLITICA
Marsilio
Print Friendly and PDF

LANCIANO – “Stiamo lavorando affinché l’Abruzzo si consolidi come cerniera fra nord e sud e tra est e ovest. L’obiettivo è quello di offrire alle imprese un sistema di servizi e piattaforme logistiche, di attività e di infrastrutture che rendano competitiva la loro presenza sul territorio”. E’ la strategia che il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, ha delineato, questa mattina, a Lanciano, nella casa di conversazione, in occasione della presentazione delle attività di Sangritana e delle prospettive del mondo Cargo che vedono la società partecipata di Tua   protagonista del mercato già dal 2019. Una eccellente crescita aziendale testimoniata dall’incremento di fatturato di oltre il 60% negli ultimi tre anni con una produzione chilometrica che, nel 2021, ha superato i 700mila chilometri. In più, una dotazione di personale più che raddoppiata e che vede Sangritana alla ricerca di ulteriori risorse umane attraverso la pubblicazione di due bandi di selezione per l’assunzione di 9 nuovi addetti qualificati ed altamente professionalizzati. “La chiave di volta – ha spiegato Marsilio – è investire risorse dove servono e dove possono diventare davvero vettore di sviluppo. Ecco perché le assunzioni di personale da parte di Sangritana – ha aggiunto – non sono fatte secondo una logica clientelare, da carrozzone, ma sulla base di una crescita di sviluppo reale testimoniata dai numeri”. Marsilio ha poi ricordato l’esempio illuminante dei 62 milioni di euro di risorse messe a disposizione della Zes. “Si tratta di fondi destinati a progetti già delineati e finanziati – ha spiegato – come la realizzazione della piattaforma logistica di Fossacesia per circa 24 milioni e mezzo di euro, i 10 milioni di euro per il potenziamento dell’Interporto di Manoppello Scalo e le restanti risorse a beneficio dell’ultimo miglio per i lavori riguardanti i porti di Ortona e Vasto. La Zes abruzzese è l’ultima arrivata – ha sottolineato Marsilio – ma oggi è quella più attiva anche perché è l’unica ad avere un commissario operativo ed apprezzato a tutti i livelli. Mi auguro – ha concluso – che si proceda sulla stessa falsariga anche per la nomina del nuovo presidente dell’Autorità di sistema portuale del mar Adriatico poiché questa circostanza determinerebbe una velocizzazione dei progetti in cantiere e ci consentirebbe di recuperare il ritardo accumulato negli ultimi anni”. Al convegno odierno, dove a fare gli onori di casa è stato il presidente di Sangritana, Alberto Amoroso, era presente anche l’assessore al Territorio, Nicola Campitelli, oltre al consigliere regionale Mauro Febbo.


Print Friendly and PDF

TAGS