Tragedia all’asilo I Maggio: non ce l’ha fatta il bimbo più grave

Indagata la donna che ha lasciato l'auto nel cortile. Il pensiero di vicinanza dei politici aquilani e abruzzesi rivolto ai famigliari e al personale dell'asilo

di Marianna Gianforte | 18 Maggio 2022 @ 15:37 | CRONACA
asilo
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  – Non ce l’ha fatta uno dei bambini, il più grave, travolto insieme ad altri quattro piccoli da un’auto piombata nel cortile dell’asilo comunale 1° Maggio dell’Aquila. Le sue condizioni sono sembrate subito drammatiche e i medici hanno fatto l’impossibile per rianimarlo. Trasportato all’ospedale dell’Aquila in ambulanza, purtroppo è deceduto. Il bimbo, Tommaso il suo nome, aveva 4 anni. 

L’incidente gravissimo in via Salaria Antica Est all’Aquila, in località Pile, dove un’auto station wagon (una Passat) parcheggiata all’inizio della discesa di accesso al cortile dell’asilo comunale dell’infanzia ‘1° Maggio’ si è sfrenata travolgendo la cancellata e investendo sei bambini che giocavano nel giardinetto dell’asilo. Sul posto vigili del fuoco dell’Aquila, ambulanze ed elisoccorso del 118, polizia locale e forze dell’ordine. I vigili hanno dovuto sollevare l’auto e con essa anche la cancellata che ha travolto, e tra le cui lamiere erano rimasti incastrati i piccoli. 

Uno dei piccoli, rimasto schiacciato dall’auto, è apparso subito in gravissime condizioni ed è stato rianimato a lungo dai medici del 118 sul posto prima di essere trasportato in ambulanza all’ospedale dell’Aquila. Anche gli altri sono feriti: una bambina è stata trasportata in elisoccorso al policlinico Gemelli di Roma, le sue condizioni si sarebbero aggravate nel corso delle ore. L’incidente si è verificato intorno alle 14,45. Sotto shock gli altri bimbi dell’asilo, il personale e i genitori accorsi a riprendere i figli. Nel giardinetto, oltre ai piccoli coinvilti direttamente nell’incidente, giocavano altri bambini, una decina più o meno, e alcuni di loro – nella confusione della fuga – hanno riportato ferite. 

LE INDAGINI. A coordinare le indagini è il procuratore Stefano Gallo, che subito ieri pomeriggio ha incominciato ad ascoltare i testimoni e la preside Monia Lai. La donna che aveva parcheggiato l’auto all’interno del cortile dell’asilo, una mamma, è indagata per omicidio stradale e lesioni come ipotesi di reato; ascoltata dalla polizia è apparsa molto provata. Tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti che stanno ricostruendo l’accaduto, c’è la possibilità che il figlio grande della donna, un bambino di otto anni, lasciato temporaneamente nell’abitacolo per avere il tempo di riprendere dall’asilo il figlio più piccolo abbia per errore disattivato il freno, che potrebbe invece non essere stato affatto inserito o che si sia disattivato per problemi tecnici. Tutti aspetti che verranno chiariti dalle perizie in corso sull’auto sotto sequestro e ipotesi che dovranno essere valutate e sciolte dagli inquirenti. Sconvolto il bambino all’interno della Passat, che ha vissuto impotente all’incidente, esploso in un pianto disperato. Anche per lui, come per tutti genitori e il personale dell’asilo non sarà facile superare questa tragedia. Sotto sequestro tutta l’area dell’asilo. 

LE CONDIZIONI DEI BAMBINI. Il bimbo morto durante il trasporto in ospedale aveva quattro anni. Come riporta l’agenzia Ansa, due bambine di 4 anni sono state portate in elisoccorso al policlinico Gemelli di Roma: una è in prognosi riservata ma il respiro è spontaneo; anche l’altra è stabile e ha il respiro spontaneo ed è stata sottoposta ad accertamenti. Le sue condizioni attuali non sono gravi. Un altro bimbo è, invece, al Bambino Gesù, sempre nella capitale. Per due gemellini si stanno tutt’ora completando gli accertamenti all’ospedale dell’Aquila ma sono anche loro fuori pericolo.

LA CITTA’ SI FERMA: LUTTO CITTADINO E BANDIERE A MEZZ’ASTA. Il sindaco dell’Aquila ha proclamato il lutto cittadino sino al giorno dello svolgimento delle esequie funebri. In base al provvedimento è disposta l’esposizione a mezz’asta e listate a lutto delle bandiere sugli edifici pubblici delle pubbliche amministrazioni presenti sul territorio comunale per l’intera durata del periodo di lutto cittadino; disposto il divieto delle attività ludiche e ricreative e di ogni altro comportamento che contrasti con il carattere luttuoso del tragico accadimento o con il decoro urbano;  la chiusura degli esercizi commerciali, delle imprese, delle attività artigianali e delle altre attività lavorative pubbliche e private, con esclusione dei servizi indispensabili ed obbligatori, dalle 9 alle 11 di giovedì 19, fatta salva la discrezionalità di incrementare l’orario di chiusura da parte dei singoli esercenti. Il provvedimento non interessa le attività didattiche e gli uffici pubblici che rimarranno aperti, essendo intesi come servizi indispensabili e obbligatori. L’ordinanza invita tutti cittadini e le organizzazioni sociali, culturali e produttive ad esprimere, nelle forme che riterranno opportune, la propria partecipazione e vicinanza ai familiari colpiti e i partecipanti alla competizione elettorale per le consultazioni amministrative e referendarie del 12 giugno a manifestare a loro volta il proprio cordoglio tramite la sospensione delle attività di propaganda elettorale nel corso dell’intero periodo di lutto cittadino.

AGGIORNAMENTO ASL DELLE H 17,45 DEL 18 MAGGIO. La direzione medica di presidio della Asl 1 ha diffuso un primo bollettino sulla situazione dei bambini travolti dall’auto oggi pomeriggio davanti alla scuola dell’infanzia ‘I Maggio’ a Pile. I bambini coinvolti sono 6, e non 5 come inizialmente individuato:

“Il servizio del 118 è accorso subito con quattro ambulanze e un’eliambulanza. Purtroppo un bimbo è deceduto durante il trasporto in Ospedale per il grave trauma subito nonostante le manovre rianimatorie eseguite tempestivamente. Una bimba in gravi condizioni è stata già trasferita tramite elisoccorso al Policlinico Gemelli. In corso il trasferimento con eliambulanza sempre al Policlinico Gemelli un altro bimbo. Un ulteriore bambino sarà trasferito all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù tramite ambulanza. Per due gemellini si stanno tutt’ora completando gli accertamenti. Al pronto soccorso pediatrico, oltre all’ulteriore personale della Pediatria richiamato in servizio, sono intervenuti tutti gli specialisti rianimatori, neurochirurghi, ortopedici, chirurghi generali, chirurghi maxillo-facciali e tutto il personale a supporto. Il presidio ospedaliero “San Salvatore” sta offrendo ai familiari il supporto psicologico necessario.

CONSIGLIO REGIONALE A LUTTO. Il presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo Lorenzo Sospiri, a nome di tutta l’assemblea legislativa, si unisce al dolore dei genitori dei piccoli bimbi aquilani rimasti coinvolti nell’incidente avvenuto questo pomeriggio alla scuola dell’infanzia “Primo Maggio”. In particolare, esprime il proprio cordoglio per la famiglia del bimbo che ha perso la vita. Un pensiero va anche agli insegnanti e a tutto il personale scolastico dell’Istituto. Palazzo dell’Emiciclo, sede aquilana del Consiglio, a partire da stasera e per tutta la giornata di domani, in osservanza della giornata di lutto proclamata dal sindaco del capoluogo di regione, ammainerà le bandiere istituzionali.

LA CHIESA AQUILANA. La chiesa aquilana di stringe in preghiera al dolore delle famiglie dei bambini e alla  Città e organizza per giovedì 19 nella chiesa tenda di Sant’Antonio a Pile alle 20,30 un Rosario; alle 21 sarà celebrata invece la santa Messa per i bambini e le famiglie coinvolte dall’immane tragedia che ha funestato la città. 

SI FERMA LA CAMPAGNA ELETTORALE. La tragedia avvenuta all’asilo I Maggio ferma anche la campagna elettorale: annullato l’evento organizzato per domani pomeriggio con la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che avrebbe dovuto arrivare in città nel pomeriggio a sostegno del candidato Biondi. A darne notizia è l’assessore regionale Guido Quintino Liris. “Di fronte a questo gravissimo incidente non possiamo che esprimere tutta la nostra vicinanza alle famiglie coinvolte e alla comunità dell’Aquila”, è il messaggio inviato dalla presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. “Il Partito democratico L’Aquila si stringe intorno al dolore delle famiglie e di tutta la comunità aquilana per l’immane tragedia avvenuta oggi presso l’asilo ‘I Maggio’ e, in segno di vicinanza e rispetto, sospende ogni iniziativa elettorale. La tragedia che ha colpito la nostra comunità è troppo grande, abbiamo deciso di annullare tutte le iniziative elettorali – scrive la candidata Stefania Pezzopane, che ha trascorso molte ore all’ospedale San Salvatore dell’Aquila per seguire le condizioni dei piccoli ricoverati  -. Non riesco a pensare ad altro che al piccolo scomparso, alla sua famiglia, agli altri bambini ricoverati e alle loro famiglie nell’attesa di buone notizie sul loro stato di salute. Un abbraccio alle insegnanti che hanno vissuto una tragedia assurda. Un ringraziamento a medici e personale sanitario, ai vigili del fuoco, alla protezione civile ed a tutti i corpi dello Stato intervenuti. Ciò che è accaduto ci lascia senza parole, esprimo le più affettuose condoglianze alla famiglia del piccolo che non c’è più. La nostra comunità soffre e si stringe alla famiglia”.

LE REAZIONI ALLA TRAGEDIA. “Sgomento e profondo dolore”. Sono le prime dichiarazioni del sindaco Pierluigi Biondi al suo arrivo nella scuola materna e nido ‘I Maggio’ dell’Aquila, a seguito del grave incidente verificatosi nel primo pomeriggio. “Ora mi sto recando all’ospedale San Salvatore per accertarmi delle condizioni dei bambini feriti. Sono vicino alle famiglie dei piccoli, alle insegnanti e alla dirigenza scolastica. È una notizia che nessun genitore vorrebbe ricevere, una tragedia che la città non merita. Cercheremo, con l’aiuto delle istituzioni competenti, di comprendere la dinamica dell’accaduto”.

Un pensiero ai bambini coinvolti nella tragedia avvenuta all’asilo comunale di via Salaria Antica Est è stato espresso anche dalla deputata del Pd Stefania Pezzopane: “Con il cuore e con le preghiere per i bambini coinvolti nel terribile incidente fuori l’asilo di Pile. Ciò che è accaduto ci lascia senza parole, non possiamo far altro che guardare al cielo, confidare nella bravura dei nostri medici e stringerci attorno alle famiglie di questi piccoli. Questo vuol dire essere una comunità”. 

“Abbiamo appreso questa tragica notizia paradossalmente mentre stavamo festeggiando Il primo bambino nato a Fontecchio, nelle aree interne, dopo l’approvazione della legge sullo spopolamento; il primo nato che ha ricevuto il contributo alla natalità. Siamo tutti sconvolti e vicini al dolore delle famiglie. Speriamo che questa tragedia non si aggravi, siamo in contatto con i sanitari per seguire costantemente l’evolversi della situazione”, così il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.

“Mi stringo con sincera e profonda vicinanza alle famiglie colpite dall’ improvviso e tragico incidente che si è verificato oggi pomeriggio a L’Aquila nell’ asilo primo maggio. Anche da genitore mi risulta inimmaginabile cosa stiano provando i familiari dei piccoli, un dolore troppo grande, una sorte ingiusta”. Lo afferma l’assessore regionale Guido Quintino Liris.

Per il segretario del Pd Abruzzo Michele Fina quella avvenuta nel cortile dell’asilo I Maggio “è una tragedia incomprensibile, che lascia sconvolti e senza parole. In questo momento di gravissimo lutto, voglio che giungano le condoglianze e la vicinanza della comunità del Partito democratico abruzzese alla famiglia della piccola vittima. Siamo vicini e in apprensione per i piccoli feriti e auguriamo loro una pronta guarigione. Cercheremo di capire presto come tutto ciò è potuto accadere”. 

“Le notizie che ci giungono da L’Aquila sono terribili. Ci stringiamo attorno a tutta la comunità e a chi ha subito una perdita così drammatica. Questa è una tragedia che ci lascia sgomenti e senza parole” così la capogruppo Sara Marcozzi sul tragico avvenimento nella Scuola dell’infanzia ‘I Maggio’ del capoluogo di regione.

“Mi unisco senza retorica alcuna, ma con sincera e profonda partecipazione, al cordoglio della comunità aquilana per la terribile tragedia che si è consumata oggi. Un evento drammatico che non può non sconvolgere chiunque abbia negli occhi lo sguardo spensierato di un bambino che gioca. Preghiera e vicinanza di fronte a un dolore che non può trovare parole adeguate”. Lo dichiara Gaetano Quagliariello, senatore del collegio L’Aquila-Teramo. 

“Da padri, prima ancora che da rappresentanti istituzionali, esprimiamo il nostro profondo cordoglio per la tragedia che ha colpito la nostra città: una tragedia che non conosce unità di misura tanto è sconvolgente l’idea che il sorriso di un bambino possa spegnersi così. Ci stringiamo con commossa partecipazione al dolore dei genitori e dell’intera comunità”. Lo dichiarano Daniele D’Angelo e Marcello Dundee, consiglieri comunali di ‘L’Aquila al Centro’.

“Dolore immenso, ora silenzio e preghiera. La comunità di Italia Viva si stringe al dolore che ha colpito la famiglia della bambina vittima della drammatica tragedia. Vicinanza alle famiglie coinvolte, alle maestre ed alla Città di L’Aquila che piange ancora i propri cari”. Così il coordinatore regionale del partito renziano, Camillo D’Alessandro.
 
 Il segretario generale della Uil Abruzzo Michele Lombardo esprime il cordoglio e il dolore suoi personali e di tutta la Uil Abruzzo per la tragedia dell’asilo “1 Maggio” di L’Aquila: “Non ci sono parole per esprimere il nostro sgomento, nella triste certezza che la morte innocente di un bambino è quanto di più misterioso la vita ci pone davanti. Si tratta di una tragedia immane, che colpisce in primo luogo le famiglie coinvolte, ma anche la comunità scolastica, la città di L’Aquila e l’Abruzzo intero. Vogliamo esprimere la nostra sincera vicinanza ai familiari colpiti in questo momento difficile, e la solidarietà alla comunità aquilana”.
 
“Provo un dolore fortissimo per quanto avvenuto nella scuola dell’infanzia “I Maggio” a Pile. Una tragedia che colpisce nel profondo, che lascia sbigottiti”. E’ quanto scrive il segretario regionale dell’Udc Abruzzo, Enrico Di Giuseppantonio. “Sono vicino ai genitori dei bambini che in questo momento stanno vivendo ore d’angoscia.  A nome dell’Udc esprimo le mie più sentite condoglianze alla famiglia del piccolo che è deceduto e mi unisco al lutto cittadino proclamato dal sindaco”.
 
“E’ una tragedia immane, che ci lascia sgomenti, una tragedia che getta nello sconforto, nel dolore e nell’incredulità una intera Comunità, peraltro già colpita dalla tragedia del terremoto. Quanto accaduto ci riporta a 13 anni fa e ci fa ricadere in quel baratro. Come genitori, cittadini e uomini delle istituzioni e di partito siamo sconvolti, ci stringiamo intorno alla famiglia del bimbo scomparso e a quelle dei feriti, esprimendo la più profonda vicinanza e solidarietà”. Le parole di cordoglio del deputato della Lega Luigi D’Eramo
 
“Si sarebbe dovuto tenere giovedì 19 maggio il congresso della Uil Pa all’Aquila ma è troppo grande il dolore che ha colpito l’intera comunità aquilana e non solo per la perdita del piccolo Tommaso. È una tragedia che ci ha scosso in maniera troppo lacerante per permetterci di portare avanti il programma imbastito per il congresso. Alla famiglia di Tommaso giunga la nostra più sentita vicinanza”. Ad affermarlo è il segretario generale territoriale del sindacato Fabrizio Petroni
 
Nel giorno di San Pietro Celestino e del Transito di San Bernardino da Siena, L’Aquila si unisce al lutto della famiglia del piccolo Tommaso ed è vicina alle famiglie e ai bambini coinvolti nel tragico incidente all’asilo ‘I Maggio’. Saranno celebrate oggi nelle due Basiliche le Sante Messe previste da programma, con lo sguardo e la preghiera rivolta a questa vittima innocente di un’assurda fatalità. Le Organizzazioni e i Comitati dei Festeggiamenti di San Pietro Celestino è delle Solennità di San Bernardino da Siena hanno cancellato dai rispettivi programmi gli eventi pubblici esterni alle Basiliche unendosi al lutto cittadino.

(In aggiornamento)

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS