Tornimparte rifiuti: Fiori, “vogliamo migliorare la gestione”

"Basta complottismo e disinformazione, siamo aperti al confronto"

di Redazione | 18 Marzo 2022 @ 08:12 | ATTUALITA'
in comune
Print Friendly and PDF

TORNIMPARTE – “In merito alle strumentali dichiarazioni ad opera del gruppo di minoranza e del presidente dell’ADUC circa  l’approvazione da parte della Giunta Comunale di Tornimparte dei progetti preliminari per la realizzazione di  un centro di raccolta intercomunale e di un impianto di compostaggio di comunità nell’area artigianale in  zona Felciare di Tornimparte è necessaria un po’ di chiarezza ” – scrive in una nota il sindaco Giammario Fiori.  

“Il Comune ha risposto con due progetti preliminari ai bandi finanziati con il PNRR – “AVVISO M2C.1.1 I 1.1 Linea d’Intervento A e Linea d’Intervento B” con il fine di migliorare la gestione del ciclo integrato dei rifiuti.  

Il quadro economico dell’azione è pari a circa 1,7 milioni di euro per un intervento complessivo di circa 2000  mq. e, qualora il Comune dovesse ottenere il finanziamento per cui i termini della presentazione della  domanda sono scaduti lo scorso 16 marzo, gli interventi si articolerebbero in due punti:  

Il primo prevede la realizzazione di un centro di raccolta intercomunale che potrebbe potenzialmente servire anche un comune limitrofo e che raccoglierebbe gli ingombranti che a Tornimparte  rappresentano un enorme problema; un intervento simile è quello che ASM sta realizzando nella  zona di Centi Colella.   Il secondo è un impianto di compostaggio di prossimità che rappresenta una soluzione efficace, coniugando aspetti tecnici e logistici ad esigenze di economicità ed eco-sostenibilità per  l’ottenimento di un compost di qualità, facilmente reimpiegabile nei terreni agricoli, in aree verdi  pubbliche, in attività florovivaistiche e nelle numerose aziende agricole locali. Consentirebbe altresì Il prelievo gratuito del prodotto da parte dell’utenza richiedente. I progetti prevedono opere di mitigazione e il miglioramento dell’urbanizzazione dell’area.

Attualmente i rifiuti organici pesano per circa il 25% della raccolta e del conferimento dei rifiuti dell’intero  comune ma in futuro diventeranno l’occasione per la produzione di fertilizzanti. Una vera e propria filiera  corta nella direzione del miglioramento dei servizi.  L’amministrazione è aperta a qualsiasi confronto con i cittadini per illustrare slide e progetto e spiegare le  opportunità della scelta operata in questi giorni.  Tutto è mosso dall’idea di migliorare il servizio al cittadino, fare economie nella gestione dei rifiuti e creare ulteriori opportunità occupazionali per il territorioGeneralmente i Comuni che rispondono agli avvisi per i finanziamenti (soprattutto del PNRR in questo  periodo storico) sono considerati virtuosi al contrario di quanto possano pensare un gruppo di minoranza e  un presidente dell’ADUC dediti alla disinformazione e al complottismo più becero”. 


Print Friendly and PDF

TAGS