Test di Medicina, niente da fare per chi è in quarantena. Il Ministro: “Come per ogni malattia”

di Redazione | 17 Settembre 2020 @ 15:44 | ATTUALITA'
test
Print Friendly and PDF

ROMA – Il ministro dell’Università e della ricerca, Gaetano Manfredi, intervenendo su Sky Tg24 in merito alla problematica degli studenti in quarantena che non hanno potuto partecipare al test e alle voci secondo cui si sarebbe potuta prevedere una prova suppletiva ha chiarito così la vicenda: “Sono qualche decina: il numero che abbiamo è quaranta, rispetto ai 66mila che si erano iscritti al test. Ho sottoposto il problema anche al Dipartimento della Funzione pubblica per avere un chiarimento sulla possibilità di sostenere una prova suppletiva. Mi è stato risposto che, trattandosi di una malattia, oggi la norma prevede che chi è in malattia e perde un concorso o una prova unica non ha diritto a recuperarla”. “Questo – ha aggiunto – non riguarda solo chi è ammalato di Covid o è in quarantena. Riguarda anche chi è in ospedale o chi si è rotto un gamba. Per un problema di parità di trattamento tra tutti i cittadini, fare una prova suppletiva solamente per coloro che hanno un problema di Covid, rappresenta ad oggi una disparità rispetto all’eguaglianza di condizioni tra tutti i concorrenti».


Print Friendly and PDF

TAGS