Test covid errati nel Regno Unito, l’authority inglese: “Non sono accreditati”

di Alessio Ludovici | 20 Ottobre 2021, @06:10 | ATTUALITA'
covid Inghilterra
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – La vicende dei tamponi errati continua a scaldare il dibattito dell’opinione pubblica inglese e le polemiche cominciano a sfiorare il governo di Boris Johnson sommerso dalle critiche su Twitter. Il Guardian, il Sun, la BBC stessa stanno dando ampia copertura alla vicenda in cui è coinvolto il gruppo Dante Labs, un cui laboratorio del Regno Unito è stato sospeso. Sabato scorso ne abbiamo parlato anche su L’Aquila Blog.

In città comincia a serpeggiare qualche preoccupazione anche in considerazione del successo che Dante Labs ha avuto. A L’Aquila la multinazionale ha la sua sede principale con una importante ricaduta lavorativa. Dante Labs è un progetto del 2016 nato anche grazie a un finanziamento della Fira, la società della Regione Abruzzo che sostiene i progetti imprenditoriali.  Nel 2019 Dante Labs ha aperto un laboratorio nel Tecnopolo dell’Aquila. La start up operava nel settore del sequenziamento del genoma con l’ambizione di rendere accessibili test del Dna a un’ampia fascia di popolazione, un settore in forte crescita negli ultimi anni. Con la pandemia l’intuizione di dedicarsi anche al tracciamento del Covid. E’ del maggio 2020 invece lo sbarco nel Regno Unito dove in seguito il gruppo si è reso protagonista di una serie di acquisizioni di laboratori. Dante Labs è presente anche negli Stati Uniti con uffici a New York.

A far discutere i sudditi di Elisabetta e il mondo politico inglese sono state le dichiarazioni successive agli articoli di questi giorni della stampa inglese. Questa chiedeva come mai una società, la Immensa Health Clinic Inc di Andrea Riposati, Ceo di Dante Labs, nata solo il 18 maggio 2020 con sede presso uno spazio di co-working di Londra, avesse ottenuto a settembre dello stesso anno un affidamento diretto da parte delle autorità inglesi per 127 milioni di sterline nell’ambito del programma di tracciamento del Governo.

Jenny Harries, chief executive della UK Health Security Agency, ha dichiarato in questi giorni che il laboratorio sospeso era regolarmente “accreditato” e una conferma in tal senso sembrava arrivata lunedì tramite un portavoce del Governo le cui parole sono state ampiamente riportate dalla stampa inglese: “Il laboratorio è completamente accreditato dall’agenzia indipendente nominata dal governo”.

La doccia fredda il giorno dopo, con la nota della stessa agenzia che ha chiaramente smentito l’informazione: “Né Immensa Immensa Health Clinic Ltd né la società correlata Dante Labs Ltd sono state accreditate da Ukas” si legge nella nota rilasciata ufficialmente che riportiamo integralmente: 

“UKAS is the National Accreditation Body for the United Kingdom. UKAS is appointed by government, to assess and accredit organisations that provide services including certification, testing, inspection and calibration. From the beginning of the pandemic, UKAS has been working with government to provide advice on quality assurance and accreditation of laboratories performing COVID-19 testing including laboratories that have been supporting the national testing provision (NHS Test and Trace) and also private testing providers.

Since November 2020 UKAS has been working with the Department for Health and Social Care (DHSC) to develop a three stage UKAS accreditation process for private providers of COVID-19 testing. Under the scheme, organisations that take swab samples and/or test them are required to demonstrate their ability to meet the required standard by progressing through each stage – application, appraisal and accreditation – with increasing levels of assessment by UKAS.  Only after successfully completing the third stage is the organisation accredited by UKAS.  To date, UKAS has received over 500 applications/extensions to scope requests for COVID-19 testing/sampling and has accredited 245 public and private sector laboratories/sample-takers.

Neither Immensa Health Clinic Ltd nor its related company Dante Labs Ltd has been accredited by UKAS.  The details of UKAS accredited organisations are published on the UKAS website at https://www.ukas.com/find-an-organisation/   A list of private providers that have self-declared as meeting the minimum requirements for private providers of COVID-19 testing can be found on the gov.uk website: https://www.gov.uk/government/publications/list-of-private-providers-of-coronavirus-testing.  Providers on this list that conduct sampling and/or testing activities are required to apply for UKAS accreditation and progress through the stages to gain accreditation as per the DHSC requirements.”

Alla nota di Ukas è seguita una pioggia di critiche nei confronti del Governo inglese

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS