Tesori e utopie di San Basilio

di Alessio Ludovici | 25 Agosto 2023 @ 08:18 | RACCONTANDO
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Proseguono a San Basilio gli appuntamenti della diciassettesima “Cordata X L’Africa” che serve a raccogliere fondi per le missioni africane delle suore di San Basilio impegnate in progetti di solidarietà in Africa da oltre trent’anni. Un’occasione, quella di questi giorni, anche per conoscere da vicino uno dei gioielli dell’architettura religiosa aquilana. Con una particolarità, all’interno del monastero sono state infatti allestite non una ma ben due mostre. La prima, Arte e Spiritualità nell’ambito della rassegna Seminamo Arte, è uno straordinario viaggio nel mondo dell’arte contemporanea e, allo stesso tempo, un viaggio nel convento il cui giardino, corridoi e chiostro sono per l’occasione diventati un piccolo museo. L’altra è una mostra d’arte pittorica promossa da Anteas Regionali di Abruzzo e Molise, unitamente alle Anteas Territoriali di Pescara, Teatina, Vestino-Peligna e Trivento aperta agli artisti del territorio di Abruzzo e Molise, dal titolo: “Dall’eredità al papa nell’arte”.

La scoperta del convento è esperienza unica. Accompagnati da Angelo De Nicola, uno dei ciceroni d’eccezione del tour, ci si addentra nei segreti del bellissimo orto delle suore, proprio a ridosso di una delle porzioni più antiche delle mura urbiche. Il monastero, antichissimo, ha avute alterne gestioni di cui si trovano tracce e riferimenti qua e là lungo il percorso. Prima della conclusione, nella chiesa da poco riconsegnata, la struttura svela alcuni tesori dell’epopea celestiniana, e tra questi non si può che rimanere di stucco davanti al saio di Celestino V.


Print Friendly and PDF

TAGS