Terna, autorizzato riassetto rete elettrica Teramo-Pescara, spesa di oltre 28 mln di euro

Demoliti 12 km di vecchie linee aeree e realizzati oltre 14 km di elettrodotto in cavo interrato

di Redazione | 07 Gennaio 2022 @ 12:39 | ATTUALITA'
Terna Abruzzo
Print Friendly and PDF

ROMA  –  Terna: firmato, dal Ministero della Transizione Ecologica, il decreto autorizzativo per gli interventi di riassetto della rete elettrica Teramo-Pescara a 150 kV, che interesseranno 4 comuni della provincia di Pescara (Pescara, Montesilvano, Città Sant’Angelo e Spoltore) per un piano di interventi del valore di oltre 28 milioni di euro.

L’opera, oltre 14 km in cavo interrato e 1,5 km di variante aerea, garantirà una maggiore resilienza della rete elettrica e qualità e sicurezza del servizio. In particolare, rendendo più efficiente la dorsale adriatica 132 kV, sarà possibile realizzare un nuovo assetto che alimenterà la città di Pescara, coprendo adeguatamente il crescente fabbisogno conseguente allo sviluppo sociale e industriale dell’area. 

L’intervento porterà anche importanti benefici all’ambiente perché sarà possibile demolire 12 km di vecchi elettrodotti aerei e circa 30 sostegni, oltre a dismettere 4 km di elettrodotti interrati, permettendo così di restituire circa 40 ettari di territorio interessato da infrastrutture elettriche esistenti.

A partire dai primi mesi dell’anno saranno avviate la progettazione esecutiva dell’opera e tutte le attività propedeutiche all’apertura dei cantieri, prevista per l’ultimo trimestre del 2022.

Terna, che a livello regionale gestisce oltre 2.300 km di linee in alta e altissima tensione e 25 stazioni elettriche, nell’ambito del Piano Industriale 2021-2025 “Driving Energy”, investirà in Abruzzo circa 220 milioni di euro per lo sviluppo e la resilienza della rete elettrica regionale, in funzione della transizione energetica di cui l’azienda è protagonista. Le attività coinvolgeranno oltre 50 imprese e circa 260 addetti alle lavorazioni.


Print Friendly and PDF

TAGS