Terapie intensive, raggiunta la saturazione all’Aquila: si punta a raddoppiare il G8

di Redazione | 15 Novembre 2020 @ 09:17 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

Sono per ora saturi i posti di terapia intensiva dedicate al covid in provincia dell’Aquila, proprio nel giorno del record di contagi in Abruzzo con 937 casi, di cui 374 nel territorio provinciale ancora una volta maglia nera in regione.
Secondo fonti della Asl provinciale, riportate dall’Ansa, per tamponare questa ennesima emergenza è in atto una corsa contro il tempo per ampliare la disponibilità di posti del G8 dell’Aquila, il piccolo ospedale limitrofo al San Salvatore realizzato dopo l’evento mondiale che si è svolto all’Aquila dopo il terremoto del 2009: i 12 posti occupati potrebbero aumentare a moduli di 4, secondo la predisposizione del primario, Franco Marinangeli, fino a 24. Le problematiche sono legate alla dotazione tecnica (sono stati installati gruppi di continuità) ma soprattutto al recepimento di personale. Intanto, i vertici aziendali stanno lavorando per predisporre l’apertura di sei posti di terapia intensiva covid all’ospedale di Sulmona.


Print Friendly and PDF

TAGS