Tenta il suicidio Giovanna Boda. E’ indagata per corruzione

Si getta dalla finestra dello studio del suo avvocato: dirigente del Miur in gravissime condizioni

di Redazione | 15 Aprile 2021 @ 14:23 | CRONACA
Print Friendly and PDF

ROMA – Giovanna Boda, 46 anni, capo dipartimento del ministero dell’Istruzione è ricoverata al Policlinico Gemelli in gravi condizioni. Indagata insieme a tre persone in un’inchiesta della procura di Roma relativa a presunte tangenti per affidamenti di appalti da parte del ministero, secondo le accuse è stata corrotta in cambio utilità e denaro pari a circa 680mila euro.

Si è gettata dalla finestra dello studio del suo avvocato in un palazzo al centro di Roma. “Il “Il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, è profondamente addolorato ed esprime tutta la vicinanza, sua e del Ministero, alla dottoressa Giovanna Boda e alla sua famiglia”, si legge in una nota di viale Trastevere.

E’ stata anche Direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo.


Print Friendly and PDF

TAGS