Tennis tour “I love Abruzzo” domenica 27 giugno la finale del Trofeo “Regione Abruzzo – Aterno Gas & Power Cup”

di Redazione | 26 Giugno 2021 @ 09:22 | SPORT
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Parla abruzzese una delle due semifinali del torneo femminile Itf da 15.000 $ “Regione Abruzzo – Aterno Gas & Power Cup”, in corso all’Aquila, primo dei quattro eventi internazionali della manifestazione “Tennis Tour I Love Abruzzo”, kermesse itinerante voluta dalla Regione, che vedrà in campo fino al 22 agosto, 2.300 atleti provenienti da tutta Italia e dal mondo, toccando ben nove città: in una delle due semifinali in programma domani ci sarà un derby regionale tra Anne Schäfer, 34enne tedesca, ex 161 al mondo, che vive da dieci anni in Abruzzo dove si è sposata con l’imprenditore del tennis Paolo Galli, nel tabellone principale grazie ad una wild card assegnata dal direttore del torneo, Luca del Federico, in seguito a tre vittorie in tornei di seconda categoria, e Anastasia Grymalska, 31enne pescarese di origine ucraina. La prima ha avuto la meglio nettamente con un doppio 6-3 su Martina Spigarelli (testa di serie numero 8), la seconda ha regolato al terzo set per 6-1, 4-6, 6-3 la romana Chiara Catini, proveniente dalle qualificazioni.

Nell’altra semifinale si scontreranno la testa si serie numero uno, Tatiana Pieri, 22 anni numero 475 Wta, sorella della 24enne Jessica, numero 292 ed ex 205, che ha battuto Emily Seibold, tedesca numero 985, con il punteggio di 6-1 6-2, e la sorpresa del torneo, la 18enne americana Hina Inoue, numero 1.285 del mondo, che ha avuto la meglio sulla numero quattro del seeding Federica Arcidiacono, numero 616, con il punteggio di 7-5 0-6 6-3. La giovane americana ha scelto di cominciare il suo tour in Europa con l’evento dell’Aquila.

Gli orari: si comincia alle 14 con Pieri-Inoue, a seguire il derby abruzzese.

Alle 17,30 la finale del doppio con la coppia Tamara Curovic (Serbia)-Natalia Siedliska (Germania) opposta a Michaela Bayerlova (Cecoslovacchia)-Emily Seibold (Germania).

La finale del singolare è in programma domenica mattina alle 10,30.

Per tutta la settimana la tappa internazionale femminile della manifestazione itinerante ha fatto registrare spettacolo tecnico e di pubblico: al Circolo tennis “Peppe Verna” dell’Aquila, il più antico d’Abruzzo, si sono viste le presenze delle grandi occasioni.

Un evento, quello del “Tennis Tour I Love Abruzzo” che, secondo il direttore, Del Federico, per il capoluogo abruzzese rappresenta “una primizia”. “Non è mai stato organizzato un torneo Itf all’Aquila – ha spiegato – e la città ha risposto molto bene. Sono state tantissime le ragazze provenienti da tutto il mondo che hanno partecipato e che nei giorni scorsi hanno animato le vie del centro storico, con coach, famiglie e staff tecnici al seguito”.

Nei giorni scorsi all’Aquila c’è stata la presenza del gotha tecnico al femminile della Federazione italiana tennis, il capitano della nazionale femminile Tathiana Garbin e il responsabile tecnico federale del settore femminile Vittorio Magnelli, al seguito delle giovanissime promesse del tennis italiano, Anita Bertoloni e Giorgia Pedone. Le 48 giocatrici sono arrivate da tutto il mondo, anche da oltreoceano.

Dai tornei satellite degli anni passati, nel 2018 il circolo “Verna” è tornato ad ospitare il grande tennis internazionale, con la prima edizione del Challenger ATP, poi replicato anche nel 2019. Nel 2020, causa covid, non è stato possibile organizzare il Challenger, ma in compenso è stato messo a punto un Open di prima e seconda categoria maschile e femminile con montepremi da 16.000 euro.

“Questo torneo rientra appieno nel processo di rilancio e apertura iniziato anni fa all’interno del Verna, ormai tra i più prestigiosi in Abruzzo e in Italia – ha sottolineato il presidente del circolo tennis aquilano e consigliere regionale del Partito democratico, Pierpaolo Pietrucci -. Il direttivo precedente e quello attuale hanno però significato una svolta e adesso il circolo vive sempre di più di partecipazione da parte di realtà sociali, economiche e culturali della città”.

Per quanto riguarda invece i risvolti turistici del torneo, Pietrucci ha aggiunto: “avere 100 atlete in città in un momento così particolare, quello del covid che più ha colpito il settore e alberghiero e della ristorazione, ha rappresentato un’occasione di grande respiro. C’è motivo di essere felici e se le istituzioni continueranno a credere in questa cosa, ci sono tutti i presupposti per una riconferma anche il prossimo anno”.

Anche questo torneo, come tutti quelli organizzati nell’ambito del circuito mondiale ITF femminile e maschile in Abruzzo sarà con montepremi da 15.000 dollari.


Print Friendly and PDF

TAGS