Temi tu lo scacco matto? Affronta una campionessa aquilana all’Emiciclo

di Enrico M. Rosati | 01 Settembre 2022 @ 10:18 | CHECKMATE
scacco
Print Friendly and PDF

Gli scacchi sono uno degli sport più difficili da praticare in quanto mettono a dura prova il corpo e la mente fino allo scacco matto. Di norma, quando si pensa ad una partita a scacchi, si tende ad immaginare due avversari in riflessione dinanzi a una scacchiera, calcolando le varie mosse e trappole per poter arrivare a costringere l’avversario a cedere il pezzo più importante in suo possesso: il Re. Ci sono, però, occasioni in cui un singolo, che per l’occasione viene chiamato simultaneista, affronta più giocatori in un lasso di tempo limitato. Questo è ciò che accadrà all’Emiciclo domani 2 settembre, la prima nazionale Valeria Martinelli, orgoglio scacchistico aquilano, si esibirà sfidando giocatori dell’A.S.D. Scacchi L’Aquila insieme a chi si farà avanti per accettare la sfida, sedendosi tra le scacchiere disponibili. Infatti, fino al limite massimo, sarà possibile andare all’Emiciclo ad inizio manifestazione per potersi sedere ad una scacchiera e affrontare la talentuosa scacchista. Valeria recentemente alla Semifinale del Campionato Italiano 2022 si è guadagnata un posto nella top ten, con una performance stellare di 2136 punti elo. 

Le simultanee sono da sempre eventi ricchi di interesse e che suscitano curiosità, tra le simultanee più storiche vi è indubbiamente quella del giovane talento  Samuel Reshevsky che, a soli 8 anni, ha sbaragliato dei Gran Maestri mostrando capacità scacchistiche al di fuori della norma.

scacco mattoTra le simultanee da ricordare non si può non parlare di quella di Capablanca che nel 1922 giocò contro 103 persone, dando scacco matto a 102 di esse e concludendo l’ultima partita in una patta.   

 

Print Friendly and PDF

TAGS