Tecnocall L’Aquila, presenti alla fiera dell’Epifania

di Redazione | 05 Gennaio 2024 @ 18:05 | ATTUALITA'
fiera epifania
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Le lavoratrici ed i lavoratori Tecnocall L’Aquila hanno portato avanti la loro battaglia anche questa mattina in occasione della tradizionale fiera dell’Epifania. Affermano in un comunicato:

“Grazie! Grazie davvero! Ci scalda il cuore, fa bene, fa sentire meno sole e soli. Abbiamo riscontrato solidarietà, condivisione e fin anche affetto. Affetto e vicinanza di uomini e donne che come noi vivono del proprio lavoro. Questa mattina di buonora abbiamo raggiunto la fiera dell’Epifania, nella nostra sacca portavano né cenere né carbone, solo centinaia di volantini con un semplice appello: NON SPEGNETE IL LAVORO!”

“Tanti o quasi tutti quei volantini oggi saranno visibili sui tanti banchi dei commercianti ambulanti presenti in fiera, nonché nelle vetrine di tante attività commerciali del centro storico.

È stato per noi utile spiegare la nostra vertenza e sentire attorno a noi comprensione e vicinanza. Siamo consapevoli della montagna da scalare, siamo determinate e determinati a percorrere ogni strada, anche la più impervia per ricercare una soluzione. Noi non ci siamo arresi e non lo faremo. Siamo ostinatamente convinte e convinti che una soluzione è possibile ed intendiamo ricercarla. È evidente oggi come non mai la necessità di costruire una comunità di intenti tra tutti i soggetti istituzionali, politici, sindacali e della società civile affinché la vetta possa essere raggiunta con una soluzione positiva alla vertenza.

Nel corso della nostra mobilitazione ci siamo rivolti al mondo dello sport, alla massima espressione della Curia aquilana, a cittadine e cittadini, alle istituzioni locali e nazionali ed oggi ai commercianti, perché restiamo convinte e convinti che solo attraverso la partecipazione, la condivisione e l’assunzione di responsabilità, ognuno per il proprio ruolo, si potrà finalmente arrivare alla soluzione della vertenza”, concludono le lavoratrici ed i lavoratori Tecnocall.


Print Friendly and PDF

TAGS