Tamponi di massa, Grimaldi: “Anche se tardi, lo screening interrompe catena dei contagi “

L'80% è asintomatico, abbiamo l'obbligo morale di farlo

di Matilde Albani | 03 Dicembre 2020 @ 06:00 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA –  “Anche se tardi, con lo screening di massa  riusciremo a scovare altri positivi interrompendo la catena dei contagi – dice a Laquilablog Alessandro Grimaldi primario del reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale San Salvatore dell’Aquila – ricordiamo che l’80% è asintomatico o paucisintomatico, inconsapevolmente si porta il virus a parenti ed amici”.

“Un obbligo morale  visto che abbiamo questa importante opportunità – dice Grimaldi – ricordiamo che nella prima fase abbiamo avuto 400 casi, Pescara 1500. In pochi mesi siamo passati a 9000, un secondo terremoto per noi”.

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS