Supplenze, Anief organizza un ricorso contro la sospensione della Call veloce

di Redazione | 05 Agosto 2021 @ 14:03 | UTILI
Print Friendly and PDF

ROMA – L’Anief ha organizzato un ricorso contro la sospensione della Call veloce (chiamata veloce) per le immissioni 2021-2022, nella scuola. Possono aderire a questo ricorso i docenti precari che sono inseriti nelle Graduatorie utili per le immissioni in ruolo (Concorso Ordinario 2016, Concorsi Straordinari 2018, Concorso Straordinario 2020 o GPS di I Fascia e relativi elenchi aggiuntivi) per posti curricolari o di sostegno che vogliono contestare la disapplicazione per le immissioni in ruolo 2021/2022, operata dal decreto legge 25 maggio 2021, numero 73, all’articolo 58, comma 2 ,lettera b), delle disposizioni di cui all’articolo 1, commi da 17 a 17-septies, del decreto legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, che prevedeva una procedura di chiamata per l’assunzione a tempo indeterminato (cosiddetta “call veloce”), in territori diversi da quelli di pertinenza delle medesime graduatorie, di personale docente ed educativo sui posti rimasti vacanti e disponibili in ciascun anno scolastico dopo le ordinarie operazioni di assunzione a tempo indeterminato, disposte ai sensi della normativa vigente e richiamata nell’Allegato A al Decreto del Ministero dell’Istruzione numero 228/2021.

Per poter aderire al ricorso è necessario espletare la procedura di iscrizione all’Anief. Il costo è di 100 euro.


Print Friendly and PDF

TAGS