Suor Paola Liberato, domani emetterà la sua prima professione tra le ‘suore Ferrari’

Nella solennità del Sacro Cuore di Gesù, una professione religiosa nella Basilica di S. Bernardino

di don Daniele Pinton | 10 Giugno 2021 @ 11:33 | CREDERE OGGI
Print Friendly and PDF

Nella basilica di S. Bernardino a L’Aquila, domani 11 giugno 2021 alle ore 11:00, nella Solennità del Sacro Cuore di Gesù, il Cardinale Arcivescovo Giuseppe Petrocchi, presiederà la solenne celebrazione eucaristica concelebrata dal Cardinale Francesco Coccopalmerio e da un gruppo di sacerdoti dell’Arcidiocesi aquilana ma anche dall’Arcidiocesi di Chieti-Vasto, luogo di nascita di Paola Liberato  che durante la liturgia eucaristica emetterà la sua professione religiosa tra le Suore Zelatrici del Sacro Cuore.

Suor Paola, nata a Chieti il 17 novembre del 1970, prima di intraprendere il suo percorso vocazionale tra le Suore Zelatrici del sacro Cuore, ha esercitato la professione di fisioterapista. Entrata in postulandato il 15 Agosto 2019, è  entrata in noviziato il 10 febbraio 2020.

Il suo incontro con le Suore di madre Ferrari, avviene durante il suo percorso di studi presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose a L’Aquila, dove consegue il 15 luglio 2019, la laurea magistrale in Scienze Religiose.

La liturgia di domani, momento di gioia per una Congregazione di Suore, nata nella Città di L’Aquila, con la fondatrice Madre Maria Ferrari, che oggi vede la presenza delle suore, non solo nella Città e Arcidiocesi aquilana ma anche a Padova, Perugia, Torino, nelle Filippine e in Indonesia, sarà caratterizzata da momenti colpi di significato liturgico.

Infatti, al termine della proclamazione del Vangelo, avrà luogo il Rito della Professione Temporanea, con la chiamata per nome da parte della maestra della novizia e in seguito Paola Liberato, che ha concluso il noviziato, sarà interrogata dal Cardinale Arcivescovo sulla sua richiesta alla Chiesa di emettere la professione religiosa, a cui segue l’omelia. Terminata l’omelia la novizia si alzerà in piedi e il cardinale Petrocchi le chiederà se è disposta a consacrarsi a Dio ed a praticare la perfetta carità secondo le costituzioni delle Suore Zelatrici del Sacro Cuore.

In seguito, due Suore Zelatrici già professe, si avvicineranno alla Superiora Generale suor Mirella Del Vecchio, per fungere da testimoni. La novizia si presenta davanti alla Superiora Generale e legge la formula della professione.

La Superiora Generale accoglie i voti emessi e la neo-professa in seguito suor Paola, si reca all’altare per apporre la firma sul foglio nel quale ha già scritto la formula della professione. Dopo la professione, il Cardinale Arcivescovo aiutato dalla Superiora Generale e dalla maestra delle novizie, ricopre la testa di suor Paola con il velo, e dopo avere recitato la formula di consegna del velo, le consegna le Costituzioni della Congregazione e in fine, le consegna la medaglia della Congregazione. A conclusione del Rito della Professione Religiosa e in seguito, come segno dell’amore fraterno la neo-professa scambia la pace con il Celebrante e con la Superiora Generale.

La liturgia, che sarà celebrata nel rispetto delle attuali norme governative in tutela del covid-19, sarà trasmesso in diretta sul sito www.abruzzoweb.it e in streaming sulle pagine Facebook di Abruzzoweb e Chiesa di L’Aquila.


Print Friendly and PDF

TAGS