Sulmona, richiesta perizia per viadotti A25

di Redazione | 25 Marzo 2022 @ 13:31 | ATTUALITA'
viadotti
Print Friendly and PDF

SULMONA –  A seguito de”udienza di ieri mattina dove sono stati imputati i vertici della società Strada dei Parchi in merito all’inchista sui viadotti ammalorati, il Gup Marta Sarnelli ha stabilito che sarà una perizia a stabilire la reale situazione in cui versavano i viadotti della A25 ricadenti nel territorio della giurisdizione di Sulmona. Se erano o meno pericolosi per la pubblica incolumità. Gli imputati sono il consigliere di amministrazione della holding del Gruppo Toto, Cesare Ramadori, all’epoca dei fatti amministratore delegato di Strada dei Parchi, della quale oggi è presidente; Igino Lai, responsabile di esercizio di Strada dei Parchi e Gianfranco Rapposelli, amministratore delegato di Infraengineering, altra societa’ del gruppo specializzata nella progettazione.

L’inchiesta era stata aperta dall’allora procuratore capo, ora a Pescara, Giuseppe Bellelli, il quale ha chiesto il rinvio a giudizio per tre imputati. 

Le ipotesi di reato iscritte nel fascicolo sono inadempimento nei contratti di pubbliche forniture – per i 16 viadotti del territorio – attentato alla sicurezza dei trasporti, più altri reati minori. Lo scorso 12 novembre la concessionaria autostradale fece notare che le manutenzioni sono state regolarmente eseguite e che il castello delle accuse è stato già smontato altrove. Quella di Sulmona è la quarta procura abruzzese ad aver aperto un contenzioso con Strada dei Parchi, dopo Pescara, Teramo e L’Aquila.

 


Print Friendly and PDF

TAGS