Sulmona. Rapina aggravata e violazione di domicilio: tre arresti

di Redazione | 30 Ottobre 2023 @ 16:40 | CRONACA
Sulmona
Print Friendly and PDF

SULMONA – I Carabinieri della Compagnia di Sulmona hanno arrestato un 26enne residente fuori regione per rapina aggravata e violazione di domicilio, e due donne, madre e figlia di 49 e 19 anni, per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Nella mattinata di domenica, tramite il numero di emergenza 112, la madre di un ragazzo minorenne ha chiesto l’intervento di una pattuglia, in quanto un uomo era entrato forzatamente all’interno della loro abitazione, e, dopo aver percosso il figlio, che era ancora a letto a dormire, si era impossessato del telefono cellulare del minore, per una fornitura di droga non pagata, ed era scappato. Militari dell’Aliquota Radiomobile e della Stazione Carabinieri di Sulmona, dopo aver appreso informazioni utili per identificare il responsabile, non conosciuto compiutamente dal minore, e, a conclusione delle ricerche protrattesi per tutta la mattinata, lo hanno rintracciato in una via di Sulmona, mentre scendeva dalla sua automobile, in compagnia della fidanzata 19enne, sotto casa di quest’ultima. 

Dopo aver recuperato il telefono cellulare asportato, successivamente restituito all’avente diritto, gli operanti hanno eseguito una perquisizione presso il domicilio della ragazza, dove era presente la madre, ed hanno rinvenuto sul piano della cucina un pezzo di hashish del peso di circa 40 grammi ed un bilancino di precisione.

Pertanto, al termine di tutti gli accertamenti, i militari della Stazione Carabinieri di Sulmona hanno dichiarato in arresto il 26enne per i reati di violazione di domicilio e di rapina aggravata ed associato alla casa di reclusione di Sulmona, mentre le due donne sono state arrestate per la detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio e sottoposte agli arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sulmona.

Sono, altresì, in corso le verifiche per stabilire il coinvolgimento della 19enne nella rapina e le responsabilità del 26enne per lo spaccio di stupefacenti, che ha originato la spedizione in casa del minore.


Print Friendly and PDF

TAGS