Sulmona, Nardella sulla sanità penitenziaria: “Situazione critica”

Il commento di Nardella sulla carenza organica del carcere

di Redazione | 23 Ottobre 2021, @10:10 | ATTUALITA'
Nardella
Print Friendly and PDF

SULMONA  –  Mauro Nardella, segretario generale territoriale UIL PA polizia penitenziaria e componente della segreteria confederale CST UIL Adriatica Gran Sasso con delega alla Pubblica amministrazione, commenta la situazione del carcere di massima sicurezza “Gravi carenze organiche riguardanti i settori della Polizia penitenziaria e del comparto Funzioni Centrali, negli ultimi giorni si è andata  aggiungendo anche quella che va a riguardare una delle aree più delicate in assoluto che vi possano essere in un istituto penitenziario qual è quella sanitaria.” Afferma Nardella. “Alla notizia delle dimissioni di un medico che da oltre 15 anni prestava servizio proprio all’interno della Casa di reclusione si è andata sommando quella che potrebbe riguardare la fuoriuscita, dal novero dei professionisti attualmente operanti in struttura, di  altre 3 dottoresse a quanto pare in procinto di partecipare ad altrettanti corsi di specializzazione. Se così fosse l’apparato carcerario sulmonese si ritroverebbe a dover operare con soli 3 dei 7 medici finora impiegati. Non si hanno notizie di avvisi pubblici in materia e volti a ricercare sostituti Il problema è che se la data del 1 novembre dovesse essere quella che andrebbe ad attivare un’eventualità del genere  ci ritroveremmo di fronte ad una situazione che andrebbe oltre l’emergenza.” conclude. 

Print Friendly and PDF

TAGS