Su Italia Uno si torna a parlare d’Abruzzo con “Freedom – Oltre il confine”

Dall’11 settembre torna il programma televisivo condotto da Roberto Giacobbo

di Cristina D'Armi | 05 Settembre 2020, @06:09 | CULTURA
Print Friendly and PDF

Dall’11 settembre torna su Italia 1 Freedom – Oltre il confine, il programma televisivo condotto da Roberto Giacobbo.

Il programma inaugurerà la terza edizione con alcuni pezzi girati l’anno scorso nel territorio aquilano. Le ricostruzioni storiche, girate da Campo Imperato alla piana di Navelli, hanno coinvolto attori e comparse locali: un ottima iniziativa per dare visibilità ad esperti del settore cinematografico. Lo stesso Giacobbo ha voluto come direttrice di Produzione Sonia Fiucci, la professionista aquilana cofondatrice della Film Commission L’Aquila – Gran Sasso.

Uno dei set principali di Freedom è stato San Pio delle Camere che ha manifestato un gran senso di collaborazione, a partire dal sindaco, Pio Feneziani, e da tutta l’amministrazione comunale. Sempre nel piccolo paese situato nell’altopiano di Navelli, l’anno scorso è stata girata la puntata “Cortés e il serpente piumato”. San Pio delle Camere da piccolo borgo è diventata così la piccola “Cinecittà” d’Abruzzo.

Nelle undici puntate della terza stagione, che andrà in onda dalla prossima settimana, si parlerà di Templari, della Chiesa di Santa Maria ad Cryptas di Fossa e della sua Necropoli, del Monastero Santo Spirito di Ocre e del  Lago di Capo d’acqua, conosciuto come la città sommersa d’Abruzzo.

Nell’edizione precedente, invece, si è parlato molto di Celestino V, trattato anche nelle 10 pagine del magazine, ed un’intera puntata è stata dedicata al decennale del Terremoto del 6 aprile 2009. Nell’edizione precedente, Roberto Giacobbo ha fatto visita anche alla città di Amiternum, la Stonehenge del centro Italia. Ricordiamo anche gli episodi dedicati a alla Madonna di Guadalupe, girato a Sassa, e “Virgilio e Bernini” registrato al Palazzetto dei Nobili dell’Aquila. Molte delle ricostruzioni storiche che sono all’interno di Freedom sono state girate in Abruzzo: nel 2019, infatti, il cast ha fatto tappa ad Avezzano, per la puntata sui Cunicoli di Claudio e il castello di Ortucchio, e a Lanciano per parlare del famoso miracolo Eucaristico.

In collaborazione con Freedom – Oltre il confine, hanno lavorato le seguenti associazioni locali: Film Commission L’Aquila – Gran Sasso, Teatro dei 99, Rosso d’Aquila, il Presepe di Camarda, il Presepe di Pianola e l’associazione di Sulmona Sestiere di Porta Bonomini. Fondamentale anche la presenza di don Daniele Pinton, Presbitero dell’Arcidiocesi dell’Aquila, Parroco di San Marco Evangelista, Rettore della Chiesa di S. Maria del Suffragio e professore ordinario di Liturgia e Teologia Sacramentaria.

CURIOSITA’:

Durante alcune riprese a Campo Imperatore, il cast di Freedom ha dovuto contendersi  il territorio con la troupe di Sky che stava girando la fine della serie tv Romulus. Questo a dimostrazione del fatto che il territorio abruzzese è scelto per moltissime produzioni cinematografiche.

 


Print Friendly and PDF

TAGS