Stella di frutta: non c’è pace, arriva la prescrizione per le vetrine

di Matilde Albani | 03 Ottobre 2020 @ 06:26 | ATTUALITA'
Print Friendly and PDF

L’AQUILA  –  In una città come L’Aquila che ha faticato a tollerarli per i prezzi competitivi e la mole di merce che espongono,  i ragazzi egiziani da tre anni col negozio Stella di frutta su via della Croce Rossa a L’Aquila, continuano a “resistere” nonostante i problemi.  Dal sequestro della merce, con  una ordinanza che vietava l’esposizione di frutta e verdura all’esterno, fino alla sospensione, mesi fa, da parte del Comune dell’Aquila, motivata dal pericolo di sanità pubblica, adesso l’obbligo di vetrate anche in questo caso  per problemi di sanità  pubblica, o meglio perché i fumi delle auto finiscono sulla merce. “La vetrina noi l’abbiamo subito montata , ma le legge però – dicono a Laquilablog- non deve valere solo per noi ” 

 

 

 

 

 

 


Print Friendly and PDF

TAGS