Stefano Bernardi: “Davide batte Golia, arriverà la pioggia al nord?”

di Redazione | 05 Marzo 2023 @ 13:15 | AMBIENTE
Lobo
Print Friendly and PDF

 
 
L’AQUILA  –  Il Meteorologo aquilano Stefano Bernardi, durante una diretta facebook, ha affrontato l’enigma del lobo Siberiano. Infatti “Si doveva ben capire se il gigantesco lobo Siberiano del Vortice Polare ( da noi gogliardicamente identificato con lo pseudonimo Golia) prodotto da una situazione di displacement dello stesso avrebbe condotto ad una colata di gelo in Europa e quindi anche in Italia. Oppure se il “piccolo” lobo canadese ( Davide in contrapposizione a Golia) l’avrebbe avuta vinta agganciando quello Siberiano ed attivando, così, una sorta di corsia preferenziale alle correnti e perturbazioni atlantiche foriere di piogge ma non certo di freddo intenso. Nella diretta di ieri il professionista abruzzese ha sciolto i dubbi che aveva propendendo sulla seconda delle ipotesi. Quasi si facesse riferimento alla Bibbia potremmo quindi dire che Davide ha vinto su Golia. Il Lobo canadese si aggancerà a quello Siberiano deviando verso Ovest-Nord Ovest il gelo altrimenti destinato al centro sud Europa, bel Paese compreso.
Quando si fanno riferimenti alla Bibbia spesso ad essere presi in considerazione sono i miracoli.  Senza voler scontentare i nivofili  è proprio questo quello che si aspettano gli italiani  in generale e quelli del nord in particolare visto che quello che prevale nel loro immaginario  è l’aspetto pluviometrico che ne derivera’ da una siffatta situazione. Il Meteorologo Bernardi annuncia pioggia e questo è l’aspetto più rilevante, considerata la perdurante siccità, che ci aspettava da una previsione alla quale andava sciolta la prognosi. Checché ne dicano i freddofili che del meteo votato al gelo sono amanti, quello che gran parte degli italiani si auspicavano di avere, ovverosia un netto recupero della penuria d’acqua, si potrebbe tradurre in realtà. Un treno di perturbazioni grazie all’assetto barico che si realizzerà farà tappa alla “stazione” Italia e con esse le tanto agognate quanto sospirate piogge. Vista l’imminenza della Pasqua un bel miracolo sarebbe davvero ben accetto e quindi  ben venute saranno le piogge “calde” atlantiche.” Così Nardella

Print Friendly and PDF

TAGS