SR 479 Sannite, D’Alfonso: “Ministero infrastrutture favorevole alla statalizzazione dell’arteria che unisce Sulmona all’Alto Sangro”

di Redazione | 28 Febbraio 2024 @ 18:37 | POLITICA
luciano d'alfonso IPAB
Print Friendly and PDF

“Il Ministero delle Infrastrutture è favorevole alla statalizzazione della SR 479 Sannite, una ex strada statale declassata a regionale da un DPCM del 21 febbraio 2000. È quanto ha affermato il dicastero tramite il sottosegretario Galeazzo Bignami, rispondendo oggi pomeriggio ad una mia interrogazione parlamentare in commissione Ambiente.

Avevo presentato questo atto di sindacato ispettivo per sapere se il Ministero intendesse adottare iniziative volte ad aprire per la SR 479 Sannite un fascicolo manutentivo per l’elevato rischio di sicurezza in cui versa in questo momento, e arrivare a una soluzione definitiva anche attraverso la riclassificazione della stessa a strada di interesse nazionale. Si tratta infatti di un’arteria salita spesso alle cronache per gli eventi franosi che l’hanno interessata.

Con i suoi 60 km di lunghezza, la SR 479 Sannite costituisce l’unico collegamento diretto tra l’Alto Sangro (Villetta Barrea) e Sulmona, e quindi con la rete autostradale nazionale A24; è collegamento fondamentale verso l’ospedale di Avezzano e l’ospedale di Sulmona; costituisce l’unica porta d’accesso a nord, dall’A24, del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Al fine di garantire la manutenzione del sistema viario che, a causa delle scarse risorse finanziarie delle Province, è ridotto al minimo necessario, nel 2017 si è avviato in Abruzzo un processo di riclassificazione del sistema viario regionale che ha interessato 24 strade gestite dalle amministrazioni provinciali, per un totale di circa 552,758 chilometri, con la finalità di far tornare nella competenza statale, e quindi nella gestione di Anas, tali strade. Tale riorganizzazione non ha ricompreso però la SR 479 Sannite che, per la sua natura, risulta avere tutti i criteri necessari ad una sua classificazione a strada statale come stabilito dal Codice della strada, (D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285, all’articolo 2, comma 6, lettera a).

Nonostante le molteplici iniziative del commissario straordinario della Comunità montana Peligna volte ad assumere da parte delle istituzioni locali azioni per la riclassificazione della SR 479 Sannite e la conseguente apertura di un fascicolo manutentivo, in ragione della sua importanza, nulla ancora è stato fatto.

Ritengo che la riclassificazione della SR 479 Sannite in strada statale sia necessaria e seguirò con la dovuta attenzione il relativo iter, per consentire una maggior tutela dei cittadini dei Comuni serviti dall’arteria stradale e per favorire l’ammodernamento della stessa, oltre a potenziare lo sviluppo economico e turistico della comunità, anche in chiave di lotta allo spopolamento delle aree interne”. Così l’On. Luciano D’Alfonso sull’interrogazione parlamentare per la SR 479 Sannite.


Print Friendly and PDF

TAGS