Sport, L’Aquila verso il 2022. Cambierà anche il regolamento comunale

di Redazione | 10 Febbraio 2021 @ 06:00 | ATTUALITA'
giro
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – L’Aquila verso il 2022. Audizione in Commissione politiche sociali dell’Assessore comunale allo Sport, Vittorio Fabrizi per fare il punto sulla Città europea dello sport, kermesse che il comune ha vinto. Non si tratta di un vero e proprio evento sportivo, come un campionato o che, ma il format ricalca un po’ delle città della cultura. L’Aquila quindi preparerà un cartellone di eventi e manifestazioni sportive da ideare o ospitare, che caratterizzeranno l’anno. “Una manifestazione non paragonabile alla città della Cultura – ha tenuto a precisare Fabrizi in commissione, presieduta dalla presidente Mancinelli – ma che può dare un contributo”. L’idea, sembra di capire, è quella di approfittare del titolo di Città dello Sport per rimettere mano a un settore in difficoltà, per riordinare gli spazi e le opere pubbliche in merito, e riorganizzare la governance dello sport, la gestione degli impianti comunali, ecc. In ultima analisi un’occasione per concentrarsi sullo sport, rilanciandone la funzione sociale così come il contributo agonistico. 

Impianti e manifestazioni sportive

Fabrizi ha illustrato i diversi interventi già in corso d’opera o di progettazione per l’evento. Ha annunciato anche la formazione di un comitato organizzatore. Diversi gli eventi già in programma, alcuni causa pandemia, come i campionati under 23 di atletica, sono slittati purtroppo al 2023. Il programma comunque è ancora in corso di definizione. Sugli impianti il Comune immagina di valorizzare i due poli di Centi Colella e Piazza d’Armi, verrà inoltre recuperato il palazzetto dello sport del Centro.

L’Aquila verso il 2022

Poi ci sono gli interventi sulle frazioni. In queste il Comune si sta orientando verso ristrutturazioni a polifunzionali, per evitare il tipico schema del campo da calcio che poi magari finisce abbandonato. Un problema sollevato anche da Lelio De Santis. Qualche novità anche sulla proposta, di D’Angelo, di una palestra di arrampicata naturale proprio sotto il costone di San Basilio, quello che si vede da viale della Croce rossa e in cui sono in corso dei lavori di ripulitura per permettere dei rilievi in vista del nuovo iter di progettazione del parco lineare del Viale. Sulla palestra c’è un problema di proprietà di alcune particelle ha spiegato Fabrizi, ma si potrebbe arrivare comunque a una positiva conclusione essendo le stesse oggetto del vincolo all’esproprio per il parco urbano.

Il regolamento comunale per lo sport

L’Aquila 2022 potrebbe essere l’occasione per rimettere mano anche al discusso regolamento delle sport del Comune. Una proposta di modifica è già stata illustrata in Commissione da Elisabetta Vicini, consigliera comunale di Italia Viva, ed ha trovato la piena disponibilità di Fabrizi a lavorarci, stante la condivisione delle criticità dell’attuale regolamento. Non ultimo l’ingessatura cui costringe sulla gestione degli impianti sportivi del territorio. Da questo punto di vista Fabrizi immagina anche un cambiamento di approccio da parte dell’Amministrazione. Ad oggi sono le società a pagare l’affitto degli impianti al comune. In realtà in molti casi ci stanno facendo un piacere, ha fatto intendere l’assessore, e propone quindi un percorso inverso con il Comune che aiuta e stimola la presa in gestione degli impianti da parte delle Asd e non solo. 


Print Friendly and PDF

TAGS