Spesa fondi Eu, D’Amario replica a forze di opposizione

di Redazione | 07 Ottobre 2022 @ 18:55 | POLITICA
attività produttive
Print Friendly and PDF

PESCARA – “Recentemente sono stati pubblicati alcuni articoli di stampa che continuano a non rendere la corretta fotografia della performance di spesa relativa ai fondi comunitari della Regione Abruzzo”. Lo afferma l’assessore regionale alle attività produttive Daniele D’Amario, che replica alle forze di minoranza. “Si continua a far riferimento a percentuali di avanzamento di spesa tra programmi regionali che, a causa degli interventi adottati con modalità specifiche dalle regioni, legati alla pandemia – ha osservato D’Amario – hanno conferito ai programmi regionali connotazioni diverse che non li rendono più direttamente confrontabili, o almeno non con riferimento al valore complessivo dei programmi. L’avanzamento di spesa, ove si voglia effettivamente fare un confronto, va ormai determinato esclusivamente con riferimento alla quota di contributo UE rendicontato all’interno del programma”.

Per il FESR la quota percentuale rendicontata dalla Regione Abruzzo è pari al 74% del contributo concesso dalla Commissione Europea. “Pur volendo leggere all’interno delle stesse fonti dei dati utilizzati per le percentuali e le classifiche – prosegue l’assessore – la Regione oggi ha rendicontato e ricevuto dalla Commissione europea 102,6 mln di euro rispetto all’importo di 137,7 mln di contributo UE sul programma. Appunto il 74% del contributo UE. Basta consultare la stessa fonte che distribuisce le percentuali per comprendere il significato del dato stesso. Ci attiveremo – prosegue ancora D’Amario – per fare in modo che la pubblicazione dei dati in futuro tenga conto delle conseguenze determinate dall’applicazione delle disposizioni comunitarie per affrontare l’emergenza pandemica. La Regione nel periodo 2014-2020 ha ottenuto 78 mln di euro dei 275 complessivi previsti nel programma FESR Abruzzo e, ad oggi, le risorse sono state praticamente tutte erogate ai beneficiari e saranno rendicontate alla Commissione europea entro il termine dell’anno. Al di là della rendicontazione, ormai imminente – conclude l’assessore Daniele D’Amario – le somme sono state tutte erogate ai beneficiari e sul territorio”.


Print Friendly and PDF

TAGS