Sottanelli: sconcertante caduta di stile di Marsilio

di Redazione | 30 Luglio 2022 @ 14:48 | POLITICA
Sottanelli
Print Friendly and PDF

ROSETO DEGLI ABRUZZI. RIl segretario regionale di Azione Abruzzo, Giulio Cesare Sottanelli, replica alle affermazioni del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, sul passaggio ad Azione dei Ministri Gelmini e Carfagna.

“Tutto ci saremmo aspettati, in piena estate, – sostiene in una nota Sottanelli – tranne che dover prendere posizione a tutela dell’immagine di due stimatissimi Ministri della Repubblica Italiana come Mariastella Gelmini (Affari Regionali ed Autonomie) e Mara Carfagna (Ministro per il Sud e la coesione territoriale) dagli attacchi sconcertanti, non del cittadino qualunque seduto al tavolo di un Bar, ma di un rappresentante istituzionale che dovrebbe avere, prima di tutto, rispetto per il ruolo che ricopre”.

Il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio, – continua Sottanelli – già distintosi in maniera negativa per essere stato uno dei pochi governatori a non firmare l’appello per salvare il Governo Draghi, in un momento di estrema difficoltà per tutti gli italiani e per tutti gli abruzzesi che dovrebbe lui stesso rappresentare, ha pubblicamente commentato il passaggio di Mariastella Gelmini e Mara Carfagna da Forza Italia ad Azione definendole ironicamente poco di buono, frequentatrici dei salotti e dei festini di Arcore ed oggi, che hanno preso le distanze dal partito di Berlusconi, nobildonne e due grandi statiste.

Senza star qui a ricordare – continua il segretario –  come lo stesso Marsilio, in particolare nei confronti della Gelmini, dovrebbe essere quanto meno grato per le risorse assicurate al territorio nella programmazione da qui al 2027, ed anche nei confronti della Carfagna per l’attenzione rivolta alla nostra Regione nel suo ruolo di Ministro per il Sud, ci vediamo anche fin troppo imbarazzati, nel chiedere scusa da abruzzesi per gli insulti sessisti del Presidente della nostra Regione.

“Trovo sconcertanti le dichiarazioni di Marsilio – ancora Sottanelli – nei confronti di donne libere e competenti che hanno avuto il coraggio di dire no ad una deriva, quella di Forza Italia, verso l’estrema destra, a tutto vantaggio di Putin, e scegliere, non senza dolore, di seguire chi ha davvero mostrato senso di responsabilità per le sorti del nostro Paese, come il Premier Draghi che stava indirizzando l’Italia verso la giusta direzione, prima che l’interesse personale di alcuni leader politici prevalesse sull’interesse di un Paese intero. 

Una caduta di stile del Presidente della Regione Abruzzo – conclude il segretario regionale di Azione Abruzzo– che certifica che gli abruzzesi si meritano di essere meglio rappresentati.”


Print Friendly and PDF

TAGS