Sorpresi ai giardinetti con 70 grammi marijuana, denunciati due giovani

di Redazione | 11 Aprile 2020, @06:04 | CRONACA
Print Friendly and PDF

L’AQUILA – Passeggiavamo nei girdinetti situayi accanto alla chiesa di San Sisto con 70 grammi di marijuana.

Prosegue incessante l’attività di controllo del territorio finalizzata a verificare l’osservanza delle particolari prescrizioni imposte per il contenimento della diffusione del contagio epidemiologico Covid-19, e resta alto il livello della Polizia di Stato nel prevenire e contrastare ogni forma di condotta illecita.

Nei giorni scorsi, nel corso dei dedicati servizi di controllo predisposti, gli operatori di Polizia constatavano la presenza di alcuni cittadini inottemperanti alle disposizioni impartite per fronteggiare questo particolare momento di emergenza, relativamente al divieto di allontanamento dalla propria residenza, domicilio o dimora.

Nella serata di mercoledì 8 aprile, il personale della locale Squadra Mobile, ha fermato i due giovani, un italiano ed un albanese, con precedenti di polizia in materia di stupefacenti, che sono stati denunciati in stato di libertà, alla Procura della Repubblica dell’Aquila per l’illecita detenzione di sostanza stupefacente ed il cittadino italiano anche per possesso abusivo della munizione..

La perquisizione effettuata presso le loro abitazioni ha infatti consentito di rinvenire un ulteriore quantitativo di hashish (circa mezzo grammo), della polvere bianca, probabilmente utilizzata come sostanza da taglio, e una cartuccia da fucile inesplosa, non debitamente denunciata.

Nei giorni scorsi, in località Sant’Antonio, il personale della Squadra Volante ha inoltre proceduto al controllo di due uomini a passeggio, entrambi di nazionalità rumena, provenienti da un comune limitrofo, che si trovavano all’Aquila senza un giustificato motivo per lo spostamento.

Nei loro confronti, il questore dell’Aquila ha emesso il provvedimento del Foglio di Via Obbligatorio, comportante il rimpatrio al comune di residenza ed il divieto di tornare all’Aquila per anni 3 senza una preventiva autorizzazione e l’Avviso Orale.

L’attività di controllo proseguirà e sarà intensificata in concomitanza delle prossime festività.


Print Friendly and PDF

TAGS